test allergologici

Patch test milano

Patch Test Serie Sidapa

Patch Test Serie Sidapa​ PRENOTA ONLINE oppure Chiamaci 02 4801 3784 SCRIVICI PER INFORMAZIONI Salute In questo Articolo Parliamo di: Cos’è il Patch Test Serie Sidapa? Se stai cercando informazioni sul Patch Test Serie Sidapa, sei nel posto giusto. In questo articolo, esploreremo in dettaglio cos’è il Patch Test Serie Sidapa, perché è importante e come viene eseguito. Scoprirai tutto ciò che c’è da sapere su questa procedura diagnostica fondamentale per l’identificazione delle allergie cutanee. Perché è importante? Il Patch Test Serie Sidapa è uno strumento diagnostico essenziale utilizzato per identificare le allergie cutanee, in particolare le dermatiti da contatto. Questa procedura è fondamentale perché consente ai medici di determinare quali sostanze o allergeni possono causare una reazione cutanea in un individuo e aiuta a stabilire una diagnosi precisa. Le dermatiti da contatto possono essere causate da una vasta gamma di sostanze, tra cui metalli, cosmetici, profumi, detergenti, lattice e altri materiali. Identificare l’allergene specifico responsabile della reazione cutanea è cruciale per evitare futuri contatti con la sostanza e gestire i sintomi della dermatite. Il Patch Test Serie Sidapa offre una vasta gamma di allergeni comuni in un unico test, consentendo una valutazione completa e accurata delle possibili cause della dermatite da contatto. Questo test può essere particolarmente utile per persone che lavorano in settori ad alto rischio di esposizione a sostanze irritanti o allergeniche, come l’industria chimica o il settore sanitario. Come viene eseguito? Il Patch Test Serie Sidapa viene eseguito in diversi passaggi, sotto la supervisione di un medico specialista in dermatologia o allergologia. Di seguito sono riportati i passaggi generali coinvolti nella procedura: 1. Preparazione della pelle: Prima di eseguire il Patch Test Serie Sidapa, la pelle del paziente viene pulita e preparata per garantire risultati accurati. Possono essere utilizzati detergenti delicati per rimuovere eventuali residui di sudore, olio o altri contaminanti dalla superficie della pelle. 2. Applicazione dei patch allergenici: Una serie di patch contenenti diversi allergeni viene applicata sulla schiena o sulla parte superiore del braccio del paziente. Ogni patch contiene una piccola quantità di sostanza allergenica concentrata, che viene fissata sulla pelle con un adesivo ipoallergenico. 3. Fissaggio dei patch: I patch vengono fissati sulla pelle con un nastro adesivo per evitare che si stacchino durante il periodo di esposizione. 4. Periodo di esposizione: Dopo l’applicazione dei patch, il paziente è tenuto a mantenere i patch in posizione per un periodo di tempo determinato, di solito 48 ore. Durante questo periodo, è importante evitare il contatto con acqua e sudore per garantire risultati accurati. 5. Valutazione delle reazioni: Dopo il periodo di esposizione, i patch vengono rimossi e la pelle viene valutata per eventuali segni di reazione allergica. Le reazioni cutanee possono manifestarsi sotto forma di arrossamento, gonfiore, vesciche o prurito nella zona di contatto con il patch allergenico. 6. Interpretazione dei risultati: La presenza e l’intensità delle reazioni cutanee vengono valutate dal medico per determinare la presenza di allergie specifiche. In base ai risultati del test, possono essere consigliate misure di evitamento dell’allergene e trattamenti per gestire i sintomi della dermatite da contatto. In conclusione, il Patch Test Serie Sidapa è una procedura diagnostica fondamentale per l’identificazione delle allergie cutanee e la gestione della dermatite da contatto. Questo test fornisce una valutazione completa e accurata delle possibili cause della dermatite, consentendo ai medici di stabilire una diagnosi precisa e fornire un trattamento mirato. Se sospetti di avere una dermatite da contatto o altre allergie cutanee, consulta un medico specialista per una valutazione e un piano di gestione personalizzato. Nel anno 2023 infatti ci sono stati aggiornamenti sulla Serie Sidapa che prevedono la diminuzione degli allergeni da 40 a 33 apteni. Vuoi vedere l’elenco completo della nuova Serie Sidapa aggiornata all’anno 2023?  Clicca sul seguente link https://sidapa.it/archivio-SIDAPA-Serie-Standard-2023/Nuova-Serie-Standard-SIDAPA-2023.pdf In conclusione Il Patch Test Serie Sidapa è uno strumento prezioso per identificare allergie cutanee. Grazie alla sua vasta serie di allergeni, aiuta i medici a individuare con precisione le cause delle reazioni allergiche della pelle. Hai letto l’articolo e vorresti prenotare una Visita Allergologica con i Medici del Centro Medico Unisalus? Prenota la tua visita dal pulsante qui sotto oppure chiamaci al n.0248013784. Puoi anche scrivere a info@unisalus.it oppure contattarci tramite la sezione contatti del nostro sito. NEWS Prenota Visita Allergologica Salute PRENOTA ONLINE oppure Chiamaci 02 4801 3784 SCRIVICI PER INFORMAZIONI ORARIO CENTRO MEDICO Lunedì – Venerdì dalle 08:00 alle 20:00 Sabato dalle 09:00 alle 16:00

Patch Test Serie Sidapa Leggi tutto »

rimedi contro l orticaria

Rimedi contro l Orticaria

Rimedi Contro l’Orticaria Rimedi Contro l’Orticaria: Come Affrontare il Fastidioso Prurito L’orticaria è una condizione cutanea fastidiosa e spesso imprevedibile che colpisce molte persone in tutto il mondo. Si manifesta sotto forma di eruzioni cutanee rosse, gonfiore e prurito intenso, e può essere causata da una varietà di fattori, tra cui allergie, stress, o reazioni a determinati alimenti o farmaci. Se soffri di orticaria, non sei solo, ma ci sono modi per alleviare il fastidio. In questo articolo, esploreremo alcuni rimedi naturali e consigli su come gestire l’orticaria. I Rimedi Naturali 1. Acqua Fredda L’applicazione di acqua fredda sulla zona colpita può contribuire a ridurre il gonfiore e il prurito. Puoi fare una compressa con un asciugamano imbevuto di acqua fredda e applicarla sulla pelle per alcuni minuti. 2. Aloe Vera L’aloe vera è conosciuta per le sue proprietà lenitive e può essere utile per calmare l’orticaria. Applica gel di aloe vera fresco direttamente sulla zona interessata per un sollievo immediato. 3. Camomilla Le bustine di tè alla camomilla inzuppate in acqua calda possono essere utilizzate come compressa sulla pelle irritata. La camomilla ha proprietà antinfiammatorie e calmanti. 4. Mantieni la Calma Lo stress può scatenare o peggiorare l’orticaria. Pratiche di rilassamento come il yoga, la meditazione o la respirazione profonda possono aiutarti a gestire lo stress e migliorare la tua condizione. Consigli per la Gestione 1. Identifica le Cause Tentare di individuare le cause sottostanti dell’orticaria è fondamentale. Tieni un diario dei sintomi e cerca di collegarli a eventi o cibi specifici. Questo potrebbe aiutarti a prevenirne il ritorno. 2. Evita Scenari Peggiorativi Se sai di essere allergico a qualcosa o di reagire a determinate situazioni, cerca di evitarle. Ad esempio, evita cibi noti come trigger o situazioni stressanti. 3. Consulta un Medico Specialista Se l’orticaria persiste o è particolarmente grave, è importante consultare un medico specialista. Potrebbe essere necessaria una valutazione medica per identificare cause più gravi. Ricorda che i rimedi sopra menzionati possono aiutarti a gestire l’orticaria, ma ogni persona è diversa. Quello che funziona per uno potrebbe non funzionare per un altro. Se hai dubbi o preoccupazioni sulla tua condizione, parla con un professionista medico. In conclusione, l’orticaria può essere un fastidio, ma esistono modi per affrontarla. Utilizzando rimedi naturali e seguendo i consigli per la gestione, puoi mitigare il prurito e migliorare la tua qualità di vita. Non esitare a cercare assistenza medica se necessario, poiché un medico può aiutarti a identificare la causa sottostante e prescrivere il trattamento adeguato. Hai letto l’articolo e vorresti prenotare una Visita Allergologica con i Medici del Centro Medico Unisalus? Prenota la tua visita dal pulsante qui sotto oppure chiamaci al n.0248013784. Puoi anche scrivere a info@unisalus.it oppure contattarci tramite la sezione contatti del nostro sito. Prenota la tua visita

Rimedi contro l Orticaria Leggi tutto »

breath test fruttosio

Breath Test Fruttosio

Breath Test Fruttosio Pensi di essere Intollerante al Fruttosio? Ti hanno prescritto di svolgere il Breath Test Fruttosio e vuoi sapere in cosa consiste questo esame? Allora sei nel posto giusto. In questo articolo, infatti, parleremo nel dettaglio di questo esame, di come si svolge e di quali indicazioni il test fornisce. Cos’è il Breath Test Fruttosio? Si tratta di un esame che consente di individuare eventuali intolleranze al fruttosio. Il fruttosio è un monosaccaride, ovvero uno zucchero, presente soprattutto nella frutta (da cui deriva il nome), in alcuni prodotti vegetali e nel miele. Come avviene il Breath Test Fruttosio? La metodologia con cui si svolge il Breath Test Fruttosio è analoga a quella che si svolge nel caso di altri Breath Test come quello al lattosio e al lattulosio. L’esame consiste infatti di soffiare inizialmente in maniera tale da raccogliere un campione di respiro iniziale. Successivamente lo specialista somministrerà al paziente una determinata quantità di zucchero, fruttosio in questo caso, invitando poi il paziente a soffiare nuovamente all’interno dell’apposito macchinario ogni 30 minuti circa per tre ore. L’esame si basa sull’analisi dell’aria espirata dal paziente, monitorando i livelli di idrogeno presenti. Se questi risultano essere elevati, potremmo essere in presenza di un’Intolleranza al Fruttosio. Dove fare Breath Test Fruttosio? Presso il Centro Medico Unisalus, a due passi dalla stazione centrale di Milano e facilmente raggiungibile con i mezzi, è possibile prenotare il proprio Breath Test Fruttosio. La durata dell’esame è pari a circa 3 ore e il costo è di 130€. Norme di Preparazione Come per gli altri Breath Test, anche in questo caso è necessario seguire alcune norme di preparazione che consentono di rendere il più veritiero possibile l’esame. In particolare è necessario: Non bisogna assumere antibiotici, fermenti lattici o lassativi nei sette giorni precedenti l’esame. Il giorno precedente evitare di consumare carboidrati complessi, alcolici, caramelle e gomme da masticare. La giorno dell’esame essere a digiuno da 8/10 ore. E’ consentito bere mezzo bicchiere di acqua non gassata. Non fumare Se stai assumendo farmaci come terapia quotidiana, puoi assumerli ma ricorda sempre di segnalarlo al medico che effettua l’esame. Scarica qui la preparazione del Breath Test. Hai letto l’articolo e vorresti prenotare il tuo Breath Test al Fruttosio? Prenota tramite il pulsante qui sotto oppure chiama il n.0248013784. Puoi anche scriverci all’email info@unisalus.it oppure contattarci tramite la sezione contatti del nostro sito. Prenota Breath Test

Breath Test Fruttosio Leggi tutto »

rast test

Rast Test

Rast Test PRENOTA ONLINE oppure Chiamaci 02 4801 3784 SCRIVICI PER INFORMAZIONI Salute In questo Articolo Parliamo di: Gli allergeni sono una parte importante della vita quotidiana di molte persone. L’esposizione a sostanze alle quali si è allergici può provocare sintomi sgradevoli o addirittura gravi reazioni allergiche. In questo articolo parliamo, in particolare, di Rast Test. Per scoprire cosa sono e quale informazione forniscono questi esami leggi ora il nostro articolo. Al termine, potrai prenotare comodamente i tuoi Rast Test. Cosa è il RAST Test? RAST sta per Radioallergosorbent Test ed è una procedura diagnostica utilizzata per rilevare specifiche allergie. Questo test è spesso preferito in quanto evita il rischio di reazioni allergiche potenzialmente pericolose che potrebbero verificarsi durante i test di provocazione cutanea. Questo test si basa sul presupposto secondo il quale una persona allergica ad una determinata sostanza presenti nel sangue anticorpi specifici contro tale allergene.  Perchè Effettuarlo? E’ importante effettuare questo esame in quanto consente allo specialista di stabilire se una persona è allergica ad una determinata sostanza e confermare quanto già evidenziato con il Prick test. Questo esame può essere consigliato dallo specialista qualora la persona manifestasse sintomi riconducibili ad reazioni allergiche. I sintomi possono essere: Rinite e congestione nasale Congiuntivite Orticaria Dermatiti correlate ad arrossamenti o pruriti Dove effettuare il Rast Test? E’ possibile effettuare questo esame presso il Centro Medico Unisalus di Milano, situato a due passi dalla stazione Centrale.  Si tratta di un esame semplice, indolore senza alcuna controindicazione.  Il costo dell’esame, a singolo allergene, è pari a 20€. Per prenotare il tuo esame prenota tramite il pulsante qui sotto oppure chiama il n.0248013784. Puoi anche scriverci a info@unisalus.it oppure tramite la sezione contatti del nostro sito. Prenota Rast Test NEWS PRENOTA ONLINE oppure Chiamaci 02 4801 3784 SCRIVICI PER INFORMAZIONI Salute ORARIO CENTRO MEDICO Lunedì – Venerdì dalle 08:00 alle 20:00 Sabato dalle 09:00 alle 16:00

Rast Test Leggi tutto »

intolleranza istamina unisalus

Intolleranza all’Istamina

Intolleranza all’Istamina Che cos’è l’Istamina?  L’istamina è una sostanza che si trova nella gran parte degli organismi, sia vegetali che animali, e svolge la funzione di mediatore chimico in alcune risposte immunitarie nel nostro corpo. In particolare, questa è presente nelle cellule che si occupano delle risposte alle allergie. Infatti il nostro organismo produce istamina come risposta immunitaria ad un allergene, mettendo in allerta il corpo che presenta qualcosa di estraneo e potenzialmente pericoloso. L’istamina viene prodotta naturalmente insieme all’enzima diammina ossidasi, che è responsabile della degradazione dell’istamina che viene assunta dagli alimenti. Nel caso si sviluppi una carenza dell’enzima diammina ossidasi, non si è in grado di degradare a sufficienza l’istamina e quindi potrebbe svilupparsi un’intolleranza. Tra i motivi per cui potrebbe esserci una carenza dell’enzima diammina ossidasi ci sono: Farmaci che bloccano le funzioni dell’enzima diammina ossidasi o impediscono la produzione Disturbi gastrointestinali, come la sindrome dell’intestino permeabile e la malattia infiammatoria intestinale Alimenti ricchi di istamina che causano un funzionamento improprio degli enzimi dell’enzima diammina ossidasi Alimenti che bloccano gli enzimi diammina ossidasi o scatenano il rilascio di istamina Un altro fattore di sviluppo dell’intolleranza all’istamina è l’eccessiva crescita batterica. I batteri vengono a formarsi quando il cibo non viene digerito in modo corretto, aumentando in modo eccessivo la produzione di istamina. Il livello normale di enzimi diamina ossidasi non può degradare l’eccessiva produzione di istamina nel corpo causando, così, una reazione. Una dieta sana contiene, in genere, livelli moderati di istamina. Tuttavia, ci sono alcuni alimenti ricchi di istamina che possono scatenare reazioni infiammatorie e altri sintomi negativi. In cosa consiste la Intolleranza all’istamina? L’intolleranza all’istamina non è un’allergia all’istamina, ma un’indicazione che se ne produce troppa. L’istamina è una sostanza chimica, presente nel nostro organismo, responsabile di alcune funzioni principali: Comunica messaggi al cervello Innesca il rilascio di acido dello stomaco per aiutare la digestione Viene rilasciata dopo lesioni o reazioni allergiche come parte della risposta immunitaria Quando i livelli di istamina diventano troppo alti o quando non avviene la degradazione dell’istamina, possono influire sulle normali funzioni corporee. Quali sono i sintomi dell’intolleranza all’istamina? L’istamina è associata a reazioni e sintomi allergici comuni. Molti di questi sono simili a quelli di un’intolleranza all’istamina. In compenso, possono variare alcune reazioni comuni associate a questa tipo di intolleranza e includono: Mal di testa o emicrania Congestione nasale Problemi del seno Fatica Orticaria Problemi digestivi Ciclo mestruale irregolare Nausea Vomito Nei casi più gravi di intolleranza all’istamina, si possono riscontrare: Crampi addominali Gonfiore dei tessuti Alta pressione sanguigna Frequenza cardiaca irregolare Ansia Difficoltà a regolare la temperatura corporea Vertigini Alimenti ricchi di istamina: Gli alimenti ricchi di istamina creano una sovrapproduzione della stessa, innescando episodi allergici. Come accennato in precedenza, l’istamina è presente in molti alimenti che ingeriamo, in particolar modo: Alcolici Formaggio Spinaci Melanzane Carni lavorate Esistono anche numerosi alimenti che innescano il rilascio di istamina nel corpo, come: Grappa Vino rosso Vino bianco Birra Banane Noccioline Carni lavorate Alimenti a basso contenuto di istamina Nel caso ci sia un’intolleranza all’istamina, l’assunzione di alimenti a basso contenuto di istamina nella dieta può aiutare a ridurre i sintomi allergici. Non esiste una dieta priva di istamina, quindi è bene consultare il proprio medico prima di modificare la propria alimentazione. Gli alimenti a basso contenuto di istamina sono: Carne fresca e pesce appena pescato Non agrumi Uova Cereali senza glutine, come la quinoa e il riso Sostituti del latte, come latte di cocco e latte di mandorle Verdure fresche tranne pomodori, avocado, spinaci e melanzane Oli da cucina, come l’olio d’oliva Come si effettua la diagnosi dell’intolleranza all’istamina? Prima di raggiungere una diagnosi, il medico eliminerà altri possibili disturbi o allergie che causano sintomi simili. I medici possono anche suggerire di seguire una dieta di eliminazione per 14-30 giorni. Questa dieta richiede di rimuovere tutti gli alimenti ricchi di istamina o trigger di istamina e di reintrodurli lentamente per cercare nuove reazioni. Il medico potrebbe anche prelevare un campione di sangue per analizzare se si dispone di un deficit di enzimi. Hai letto l’articolo e vorresti prenotare una visita? Prenota tramite il pulsante qui sotto oppure chiama al n.0248013784 Prenota la tua visita

Intolleranza all’Istamina Leggi tutto »

× Come possiamo aiutarti?