visita otorinolaringoiatrica

esame audiometrico tonale

Come si Fa l’Esame Audiometrico Tonale?

Come si fa l’Esame Audiometrico Tonale? Come si fa l’esame audiometrico tonale? L’esame audiometrico tonale è una procedura fondamentale per valutare la capacità uditiva di un individuo. Questo test audiometrico misura la capacità di ascolto a diverse frequenze e intensità, fornendo informazioni cruciali sul tipo e sul grado di perdita dell’udito. L’esame audiometrico inizia con la raccolta di informazioni anamnestiche, dove il professionista sanitario chiederà al paziente di eventuali problemi di udito, esposizioni a rumori forti, o infezioni dell’orecchio che potrebbero avere influito sulla capacità uditiva. Successivamente, il paziente viene condotto in una camera insonorizzata o in un ambiente controllato acusticamente per garantire che i suoni esterni non influenzino i risultati del test. Durante l’esame audiometrico tonale, al paziente vengono indossate delle cuffie attraverso le quali vengono trasmessi suoni a varie frequenze e volumi. A questo punto, il paziente deve indicare, solitamente premendo un pulsante o alzando la mano, ogni volta che riesce a sentire il suono. Questo processo viene ripetuto per diverse frequenze (misurate in hertz, Hz) e intensità (misurate in decibel, dB) per ciascun orecchio individualmente. Il risultato di questa procedura viene rappresentato graficamente attraverso un audiogramma, che mostra le capacità uditive del paziente rispetto alle frequenze testate. L’audiogramma è uno strumento essenziale per determinare la presenza, il tipo e il grado di perdita dell’udito. Una linea orizzontale più bassa sull’audiogramma indica una minore capacità di sentire i suoni a quella specifica frequenza. L’esame audiometrico tonale è particolarmente importante non solo per diagnosticare la perdita dell’udito, ma anche per stabilire il corretto approccio terapeutico. Può aiutare a decidere se sono necessari apparecchi acustici, interventi chirurgici o altri trattamenti medici. Inoltre, questo esame può essere utilizzato per monitorare l’udito nel tempo e valutare l’efficacia di qualsiasi trattamento ricevuto. In conclusione, l’esame audiometrico tonale è una procedura non invasiva, rapida e affidabile per valutare la salute uditiva. Offre informazioni preziose che possono guidare le decisioni cliniche e migliorare significativamente la qualità della vita delle persone con problemi di udito. Se si sospetta una perdita dell’udito o si hanno difficoltà di ascolto, è consigliabile consultare un professionista sanitario per discutere la possibilità di sottoporsi a un test audiometrico. Hai letto l’articolo e vorresti prenotare una Visita Otorinolaringoiatrica con Esame Audiometrico con i Medici del Centro Medico Unisalus? Prenota la tua visita dal pulsante qui sotto oppure chiamaci al n.0248013784. Puoi anche scrivere a info@unisalus.it oppure contattarci tramite la sezione contatti del nostro sito. Prenota la tua visita

Come si Fa l’Esame Audiometrico Tonale? Leggi tutto »

sinusite cronica

Sinusite Cronica

Sinusite Cronica: cos’è e come curarla La sinusite è una malattia infiammatoria delle cavità paranasali che si manifesta con sintomi persistenti che durano oltre 12 settimane, nonostante il trattamento. Le cavità paranasali, situate intorno al naso e agli occhi, possono infiammarsi a causa di un’infiammazione persistente delle membrane che le rivestono. Riconoscere I Sintomi e Le cause della Sinusite Cronica? I sintomi tipici della Sinusite Cronica includono: Congestione Nasale Persistente Secrezione Nasale densa o muco che drena nella Gola Pressione o Dolore Facciale Ridotta Sensazione di Olfatto Tosse Persistente Mal di testa Sensazione di affaticamento generale. Le cause della Sinusite Cronica possono essere molteplici e comprendono: Infezioni batteriche o fungine Allergie Deviazioni del Setto Nasale Polipi Nasali, Fibrosi Cistica Problemi Immunitari o condizioni mediche sottostanti La diagnosi di sinusite cronica coinvolge una valutazione approfondita dei sintomi da parte di un medico, che può includere esami fisici, esami endoscopici nasali o imaging come la tomografia computerizzata ( TC ) per valutare le cavità paranasali e identificare eventuali anomalie. Il trattamento della sinusite cronica può essere mirato a gestire i sintomi e le cause sottostanti. Questo può includere l’uso di decongestionanti, lavaggi nasali con soluzioni saline, corticosteroidi nasali, antibiotici, antistaminici o terapie per ridurre l’infiammazione e migliorare il drenaggio delle cavità paranasali.  Nei casi più gravi o persistenti, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico, come la Chirurgia Endoscopica dei seni paranasali, per eliminare polipi nasali, ridurre le ostruzioni o correggere anomalie anatomiche che contribuiscono alla sinusite cronica.  E’ importante sottolineare che la gestione della sinusite cronica può variare da persona a  persona. Un approccio personalizzato basato sulle cause sottostanti e la gravità dei sintomi è essenziale per un trattamento efficace. Il trattamento precoce può aiutare a ridurre l’infiammazione, migliorare la qualità della vita e prevenire complicazioni a lungo termine.  Hai letto l’articolo e vorresti prenotare una Visita Otorinolaringoiatrica con i Medici del Centro Medico Unisalus? Prenota la tua visita dal pulsante qui sotto oppure chiamaci al n.0248013784. Puoi anche scrivere a info@unisalus.it oppure contattarci tramite la sezione contatti del nostro sito. Prenota la tua visita

Sinusite Cronica Leggi tutto »

visita otorinolaringoiatrica

Visita Otorinolaringoiatra

In che cosa consiste una visita otorinolaringoiatrica? L’importanza della Visita Otorinolaringoiatrica: Guida Completa alla Consulenza con l’Otorinolaringoiatra Se stai cercando una guida completa sulla visita otorinolaringoiatrica, sei nel posto giusto. In questo articolo, esploreremo l’importanza di sottoporsi a una visita otorinolaringoiatrica e discuteremo il ruolo fondamentale dell’otorinolaringoiatra in questo contesto. Cos’è la Visita Otorinolaringoiatrica? La visita otorinolaringoiatrica è un esame medico specializzato che si concentra sulla diagnosi e il trattamento di disturbi legati all’orecchio, al naso e alla gola. Questo tipo di consulenza medica è essenziale per mantenere una salute ottimale del sistema uditivo e respiratorio. Chi è l’Otorinolaringoiatra? L’otorinolaringoiatra è un medico specializzato nella cura dei disturbi legati all’orecchio, al naso e alla gola. Con una formazione approfondita in otorinolaringoiatria, questo professionista è in grado di diagnosticare e trattare una vasta gamma di problemi, dai disturbi dell’udito alle infezioni del tratto respiratorio superiore. Importanza della Visita Otorinolaringoiatrica Sottoporsi regolarmente a una visita otorinolaringoiatrica è fondamentale per individuare precocemente eventuali problemi legati a orecchie, naso e gola. Questo tipo di esame può contribuire a prevenire complicazioni future e a garantire una migliore qualità di vita. Visita Otorino vs. Visita ORL Le espressioni “Visita Otorino” e “Visita ORL” si riferiscono entrambe alla consulenza otorinolaringoiatrica. Mentre “otorino” è una forma abbreviata di otorinolaringoiatra, “ORL” è l’acronimo di orecchio, naso e gola, che rappresenta chiaramente l’ambito di competenza di questa specializzazione medica. In conclusione, la visita otorinolaringoiatrica è un passo cruciale per preservare la salute uditiva e respiratoria. Affidarsi a un esperto, come l’otorinolaringoiatra, assicura una diagnosi accurata e un trattamento mirato per garantire il benessere complessivo. Non trascurare la tua salute: pianifica la tua prossima visita otorinolaringoiatrica per un futuro più sano e armonioso. Hai letto l’articolo e vorresti prenotare una Visita Otorinolaringoiatrica con i Medici del Centro Medico Unisalus? Prenota la tua visita dal pulsante qui sotto oppure chiamaci al n.0248013784. Puoi anche scrivere a info@unisalus.it oppure contattarci tramite la sezione contatti del nostro sito. Prenota la tua visita

Visita Otorinolaringoiatra Leggi tutto »

acufeni

Acufeni

Acufeni Acufeni: Cause, Sintomi e Possibili Rimedi Gli acufeni sono un disturbo dell’udito che molte persone sperimentano. Questi fastidiosi suoni, spesso descritti come ronzii, fischi o fruscii, possono avere un impatto significativo sulla qualità della vita di chi ne soffre. In questo articolo, esploreremo le cause, i sintomi e alcuni possibili rimedi per gli acufeni. Cause degli Acufeni Gli acufeni possono essere causati da una varietà di fattori, tra cui: 1. Esposizione al Rumore: L’esposizione prolungata a suoni troppo alti può danneggiare le cellule uditive e portare agli acufeni. 2. Infezioni dell’orecchio: Infezioni come l’otite media possono causare temporanei acufeni. 3. Invecchiamento: Con l’età, le cellule uditive possono deteriorarsi, aumentando il rischio di acufeni. 4. Malattie sottostanti: Alcune condizioni mediche, come l’ipertensione o il diabete, possono contribuire agli acufeni. Sintomi degli Acufeni I sintomi degli acufeni variano da persona a persona, ma i più comuni includono: 1. Suoni fastidiosi: Gli acufeni sono accompagnati da suoni sgradevoli, che possono essere costanti o intermittenti. 2. Disturbo del sonno: I suoni fastidiosi degli acufeni possono causare difficoltà nel dormire. 3. Stress e ansia: La costante percezione dei suoni può portare a stress e ansia. 4. Difficoltà di concentrazione: La presenza costante degli acufeni può rendere difficile concentrarsi su compiti quotidiani. Possibili Rimedi Se soffri di acufeni, potresti considerare alcuni dei seguenti rimedi: 1. Proteggi le tue orecchie: Evita l’esposizione prolungata a rumori forti e utilizza tappi per le orecchie in ambienti rumorosi. 2. Gestione dello stress: Tecniche di rilassamento, come la meditazione o lo yoga, possono aiutare a ridurre il disagio associato agli acufeni. 3. Terapie del suono: L’ascolto di suoni piacevoli o rilassanti può mascherare gli acufeni, riducendo la loro percezione. 4. Consultare uno specialista: Se gli acufeni persistono, è fondamentale consultare uno specialista dell’udito o un medico per valutare ulteriori opzioni di trattamento. In conclusione, gli acufeni possono essere un disturbo fastidioso ma gestibile. Comprendere le cause, i sintomi e i possibili rimedi può aiutarti a vivere una vita più confortevole nonostante questo problema dell’udito. Non esitare a consultare uno specialista per ricevere assistenza specifica. Hai letto l’articolo e vorresti prenotare una visita otorinolaringoiatrica con i Medici del Centro Medico Unisalus? Prenota la tua visita dal pulsante qui sotto oppure chiamaci al n.0248013784. Puoi anche scrivere a info@unisalus.it oppure contattarci tramite la sezione contatti del nostro sito. Prenota la tua visita

Acufeni Leggi tutto »

Iperacusia Unisalus

Iperacusia

Iperacusia La iperacusia è una condizione dell’udito che colpisce molte persone in tutto il mondo. Questo disturbo può avere un impatto significativo sulla qualità della vita di chi ne soffre, ma con la giusta comprensione e trattamento, è possibile gestire i sintomi in modo efficace. In questo articolo, esploreremo la iperacusia in dettaglio, inclusi sintomi, cause e opzioni di trattamento. Sintomi della Iperacusia La iperacusia è caratterizzata da una sensibilità anormalmente elevata ai suoni, anche quelli che per la maggior parte delle persone sono considerati normali o addirittura silenziosi. I sintomi comuni della iperacusia includono: Dolore uditivo: Le persone con iperacusia possono sperimentare dolore fisico o disagio quando sono esposte a suoni intensi. Disturbi emotivi: La iperacusia può causare ansia, irritabilità e stress emotivo dovuti alla paura dei suoni forti. Isolamento sociale: Chi soffre di iperacusia potrebbe evitare situazioni sociali o ambienti rumorosi a causa della paura di sentirsi sopraffatti. Cause della Iperacusia Le cause della iperacusia non sono sempre chiare, ma possono includere: Lesioni all’orecchio interno: Traumi fisici o esposti a suoni eccessivamente forti possono danneggiare l’orecchio interno, causando iperacusia. Disturbi neurologici: Alcuni disturbi neurologici, come la sindrome di Lyme o la sclerosi multipla, possono essere associati alla iperacusia. Reazioni emotivi: In alcuni casi, la iperacusia può essere scatenata da reazioni emotive avverse, come lo stress o il trauma. Trattamenti per la Iperacusia Il trattamento della iperacusia dipende dalla gravità dei sintomi e dalle cause sottostanti. Alcuni possibili approcci includono: Terapia del suono: La terapia del suono può aiutare ad abituare l’orecchio all’udito di suoni normali senza provocare dolore. Consulenza psicologica: La terapia cognitivo-comportamentale può essere utile per affrontare le reazioni emotive associate alla iperacusia. Protezione uditiva: L’uso di tappi per le orecchie o cuffie anti-rumore può aiutare a proteggere l’udito dalle fonti di suoni eccessivamente forti. In conclusione, la iperacusia è una condizione dell’udito che può avere un impatto significativo sulla vita quotidiana. Tuttavia, con il giusto trattamento e la consulenza adeguata, molte persone possono imparare a gestire i sintomi e migliorare la loro qualità di vita. Per ulteriori informazioni sulla iperacusia e sulle opzioni di trattamento, è importante consultare un professionista medico o un audiologo. La conoscenza e la consapevolezza sono il primo passo verso il miglioramento della salute uditiva e del benessere generale. Se pensi di soffrire di Iperacusia e vuoi prenotare una visita otorinolaringoiatrica con i nostri Specialisti prenota tramite il pulsante qui sotto oppure chiama il n.0248013784. Puoi anche scriverci via email all’indirizzo info@unisalus.it oppure contattaci tramite la sezione contatti del nostro sito. Prenota la tua visita

Iperacusia Leggi tutto »

× Come possiamo aiutarti?