Senologia

Che cos’è la senologia? La senologia fa parte del più ampio campo della ginecologia, ma è stata riconosciuta come disciplina a sé stante.

È quel ramo della medicina che si occupa della diagnosi e del trattamento delle malattie benigne e maligne che colpiscono la mammella. Sia nell’uomo sia nella donna.

Indice dei contenuti

In Italia, oltre 50.000 donne all’anno si ammalano di tumore maligno mammario. Pertanto, è necessario da parte delle donne effettuare l’autopalpazione del seno già all’età di 20 – 25 anni. Soprattutto in quelle pazienti in cui vi è una familiarità o, addirittura, una possibile ereditarietà del tumore della mammella.

In Europa, verso il 2012 – 2013, sono nate le Breast Unit, o Centri Senologici di eccellenza. Qui, il senologo fa parte di un’equipe più complessa al fine di prevenire, diagnosticare e curare le patologie mammarie. In particolar modo, il tumore maligno della mammella.

Chi è il senologo?

Il senologo è il medico che si occupa dello studio delle malattie che riguardano la mammella, in particolar modo i tumori che colpiscono questa parte del corpo.

Va ricordato che in Europa non esiste una specialità di senologia. Gli specialisti che si occupano di questa branca, infatti, sono chirurghi generali, ginecologi e chirurghi plastici.

Si rivolgono solo le donne al senologo?

In generale si pensa al senologo come il medico che si occupa delle patologie mammarie nelle donne. In realtà, già dalle prime settimane di vita del bambino, si possono avere alterazioni del volume della mammella denominate ginecomastia neonatale.

Spesso è una patologia solo transitoria dovuta al passaggio degli ormoni dalla madre al bambino e si risolve spontaneamente.

Diversa è la ginecomastia della pubertà che colpisce i ragazzi durante lo sviluppo sessuale. In questo caso bisogna escludere patologie endocrine dell’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi. Se gli accertamenti e gli esami endocrinologici sono negativi, si può parlare o di ginecomastia (che è uno sviluppo del tessuto ghiandolare adiposo della mammella) o di pseudoginecomastia (sviluppo del tessuto adiposo mammario). In ambo i casi, solo la chirurgia può risolvere il problema.

Per avere ulteriori informazioni continua nella lettura oppure

Visita di senologia Milano

L’esame del seno è un esame completamente indolore e fondamentale per rilevare o escludere la presenza di noduli, secrezioni o infiammazioni.

Il senologo, dopo aver effettuato un’attenta e approfondita anamnesi, con particolare riguardo a ogni familiarità o ereditarietà in campo oncologico, esamina con la palpazione l’area della mammella.

Valuta, quindi, se procedere con ulteriori accertamenti o, se già eseguiti, li confronta con l’esame clinico e pianifica i successivi controlli clinico-strumentali.

Come si svolge la visita senologica?

Quali sono gli esami e gli strumenti che il senologo utilizza per diagnosticare una patologia mammaria?

In primo luogo la visita clinica (costituita dall’anamnesi della paziente e dall’osservazione e dalla palpazione del seno).

In secondo luogo l’ecografia mammaria che viene effettuata dopo i 30 anni

In terzo luogo la mammografia, che generalmente viene eseguita dopo i 40 anni.

Infine, eventuali test genetici (per determinare la possibile ereditarietà del tumore al seno)

Va detto che attualmente, in presenza di una lesione sospetta mammaria, si procede alla biopsia, mediante o una core-bio in ecografia oppure un VABB in stereotassi.

Vuoi prenotare una visita senologica?

Oppure continua con la lettura

La diagnosi

La diagnosi istologica ci permette una diagnosi corretta delle lesioni palpabili e non della mammella. Sia nella donna sia nell’uomo.

Screening mammari

Un altro punto fondamentale sono gli screening mammari, che iniziano verso i 45 anni e proseguono fino ai 70 anni.

Quando sottoporsi a una visita senologica?

Le donne dovrebbero sottoporsi a una visita senologia periodicamente dopo la maturazione sessuale, anche nel caso in cui non ci siano problematiche o sintomi particolari.

In particolare, consigliamo di rivolgersi a un senologo se si riscontrano a carico delle mammelle:

  • dolore esteso o localizzato
  • arrossamenti e/o tumefazioni
  • noduli palpabili o visibili
  • alterazioni del capezzolo
  • perdite da uno o entrambi i capezzoli
  • cambiamenti della forma del seno o della pelle

Va, infine, sottolineata l’importanza della visita senologica nelle pazienti portatrici di protesi mammarie.

In questo caso, difatti, devono essere eseguiti controlli strumentali, quali l’ecografia. In caso di sospetta patologia delle protesi oppure contrattura capsulare o tumori periprotesici bisogna eseguire una risonanza magnetica con mezzo di contrasto.

Quali sono le patologie più trattate dal senologo?

Le patologie maggiormente trattate dal senologo sono tutte quelle che coinvolgono la mammella. Quindi ascessi, mastiti, cisti, neoplasie mammarie e processi infiammatori e infettivi di vario genere.

Ambulatorio di Senologia

Presso il Centro Medico Unisalus è presente l’ambulatorio di Senologia con il professionista di riferimento Dott. Alberto Capretti.

È un professionista di comprovata esperienza laureato in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica.

Prestazioni

Visita specialistica Senologica

€ 150,00

Visita Allergologica + Patch test

€ 150,00

Senologia: l’équipe

Iscriviti alla Newsletter

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di Centro Medico Unisalus via mail.

Torna su