Reflusso Gastroesofageo: Cause, sintomi e diagnosi

Soffri o pensi di soffrire di Reflusso Gastroesofageo? Vuoi sapere da cosa dipende e quali sintomi dipendono da questa condizione? 

Il reflusso gastroesofageo è una condizione che può colpire fino al 20%  . Leggi il nostro articolo e scopri da cosa è causata questa condizione e come è possibile diagnosticarla. 

Vuoi prenotare una visita Gastroenterologica? Allora premi qui e prenota comodamente online la tua visita. 

Cos’è Reflusso Gastroesofageo?

Questa condizione si manifesta quando i succhi gastrici vengono in contatto con la parete dell’esofago. In realtà il passaggio dei succhi gastrici dallo stomaco all’esofago è un fenomeno che avviene fisiologicamente durante l’intero arco della giornata, specialmente dopo i pranzi.

Anche in alcuni casi può trattarsi di un disturbo passeggero, il Reflusso Gastroesofageo qualora si manifestasse con una frequente durata e intensità rappresenta una vera e propria malattia. 

Cause Reflusso Gastroesofageo

Le cause che possono comportare l’insorgenza di reflusso gastrico possono essere correlate a fattori alimentari, ormonali o fisiologici. 

In generale alla base dell’insorgenza di questa malattia vi è una condizione di ridotta tenuta sfinterica che consente la risalita patologica di materiale acido o alcalino dallo stomaco all’esofago. 

Tra i fattori che possono determinare la comparsa di questa condizione si annoverano:

  • Obesità e Sovrappeso
  • Stato di gravidanza
  • Ernia Iatale

Sintomi del reflusso gastroesofageo

Il sintomi principale di Reflusso Gastrico è rappresentato dal bruciore localizzato dietro alla schiena, talvolta irradiato alle scapole o al torace.

Altri Sintomi di Reflusso Gastroesofageo possono essere:

  • Eruttazioni e difficoltà a digerire
  • Nausea
  • Tosse secca e raucedine
  • Erosione dello smalto dei denti

Se vuoi approfondire i sintomi di Reflusso Gastrico, leggi ora il nostro articolo su “Reflusso Gastroesofageo Sintomi”

reflusso gastroesofageo cause

Quando rivolgersi ad uno specialista?

Qualora si manifestino i sintomi tipici di Reflusso Gastroesofageo, è bene rivolgersi ad un medico specialista in Gastroenterologia per una corretta diagnosi e l’impostazione della adeguata terapia. 

Lo specialista durante la visita gastroenterologica effettuerà una raccolta dell’anamnesi del paziente, in maniera tale da comprendere eventuali fattori di rischio. Successivamente procederà all’esame obiettivo indicando al paziente, qualora necessario, l’effettuazione di alcuni esami diagnostici che lo aiutino nell’effettuazione della diagnosi. 

Prevenzione

E’ possibile agire sulla malattia da Reflusso Gastroesofageo attraverso un’attenta prevenzione. Per prevenire questa malattia è consigliato quindi:

  • Svolgere un’adeguata attività fisica, anche attraverso semplici camminate quotidiane
  • Evitare l’assunzione di elevate quantità di alcol e gomme da masticare, che possono aumentare i sintomi correlati al reflusso gastrico.
  • Ridurre lo stress che può aumentare i sintomi del reflusso gastrico
  • Seguire un’alimentazione equilibrata, adottando uno stile di vita sano e equilibrato.

Se vuoi approfondire cosa mangiare con il Reflusso Gastrico, leggi qui il nostro articolo su “Reflusso Gastroesofageo cosa mangiare” e scopri di più.

Hai letto l’articolo e vorresti prenotare una visita gastroenterologica con i nostri medici specialisti? Prenota tramite il pulsante qui sotto oppure chiama il n.0248013784. Puoi anche contattarci tramite la sezione contatti del nostro sito oppure scriverci a info@unisalus.it.