Stress lavoro correlato

Icona
Indice dei contenuti

Si definisce stress lavoro correlato, una situazione di stress psicofisico e sociale la cui causa è da ritrovarsi in collegamento a determinate situazioni problematiche sul luogo di lavoro.

Questa è in sostanza la definizione stress lavoro correlato.

Mentre più in generale (e non riferito al lavoro) possiamo definire lo stress come una condizione in cui si trova un organismo. Quando? Nel momento in cui ostacolato in modo permanente o temporaneo, diretto o indiretto, nella soddisfazione dei propri bisogni e aspirazioni, risponde alla situazione con uno dei seguenti stati.

  • tensione emotiva
  • esaurimento fisico
  • stanchezza
  • irritabilità

Chi colpisce lo stress lavoro correlato

Lo stress da lavoro correlato, potenzialmente, può colpire in qualunque luogo di lavoro e qualunque lavoratore. A prescindere dalla dimensione dell’azienda, dal campo di attività o dal tipo di contratto o di rapporto di lavoro.

In pratica non tutti i luoghi di lavoro e non tutti i lavoratori ne sono necessariamente interessati, ma il rischio che possa colpire tutti è possibile.

Considerare il problema dello stress correlato sul lavoro può voler dire una maggiore efficienza e un deciso miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, con conseguenti benefici economici e sociali per le aziende, i lavoratori e la società nel suo insieme.

Nel considerare lo stress lavoro correlato è essenziale tener conto delle diversità che caratterizzano i lavoratori. La presente valutazione viene elaborata sulla base del modello proposto dall’Accordo europeo sullo stress sul lavoro.

Lo scopo dell’accordo europeo sullo stress sul lavoro è migliorare la consapevolezza e la comprensione della problematica e dei suoi rischi da parte dei datori di lavoro, dei lavoratori e dei loro rappresentanti.

Attirando la loro attenzione sui sintomi che possono indicare l’insorgenza di problemi di stress da lavoro. L’obiettivo di questo accordo è di offrire ai datori di lavoro e ai lavoratori un modello che consenta di individuare e di prevenire o gestire i problemi di stress da lavoro. Il suo scopo non è quello di colpevolizzare (far vergognare) l’individuo rispetto allo stress.

Stress da lavoro o stress individuale

stress da lavoro correlato

Lo stress è uno stato, che si accompagna a malessere e disfunzioni fisiche, psicologiche o sociali ed che consegue dal fatto che le persone non si sentono in grado di superare i gap rispetto alle richieste o alle attese nei loro confronti.

L’individuo è capace di reagire alle pressioni a cui è sottoposto nel breve termine, e queste possono essere considerate positive (per lo sviluppo dell’individuo stesso).

Ciononostante, di fronte ad una esposizione prolungata a forti pressioni egli avverte grosse difficoltà di reazione.

In più c’è da dire che persone diverse possono reagire in modo diverso a situazioni simili e una stessa persona può, in momenti diversi della propria vita, reagire in maniera diversa a situazioni simili.

Lo stress non è una malattia, ma una esposizione prolungata allo stress può ridurre l’efficienza sul lavoro e causare problemi di salute.

Per quanto riguarda lo stress indotto da fattori esterni all’ambiente di lavoro può condurre a cambiamenti nel comportamento e ridurre l’efficienza sul lavoro.

Tutte le manifestazioni di stress correlato lavoro non vanno considerate causate dal lavoro stesso (in sé e per sé). Lo stress da lavoro può essere causato da vari fattori quali il contenuto e l’organizzazione del lavoro, l’ambiente di lavoro, una comunicazione “povera” e diversi altri fattori.

Quali sono le cause di stress da lavoro

Vediamo ora quali possono essere le cause di stress correlato in ambito lavorativo.

Un alto assenteismo o un’elevata rotazione del personale, conflitti interpersonali o lamentele frequenti da parte dei lavoratori sono alcuni dei sintomi che possono rivelare la presenza di stress da lavoro.

L’individuazione di un problema di stress da lavoro correlato può avvenire attraverso un’analisi di fattori quali ad esempio quelli che seguono.

  • l’organizzazione e i processi di lavoro pianificazione dell’orario di lavoro, grado di autonomia, coincidenza tra esigenze imposte dal lavoro e capacità/conoscenze, carico di lavoro
  • le condizioni e l’ambiente di lavoro esposizione ad un comportamento illecito, al rumore, al calore, a sostanze pericolose
  • la comunicazione incertezza circa le aspettative riguardo al lavoro, prospettive di occupazione, un futuro cambiamento

Ma anche fattori soggettivi come pressioni emotive e sociali, sensazione di non poter far fronte alla situazione o percezione di una mancanza di aiuto, possono incidere. Se il problema di stress da lavoro è identificato, bisogna agire per prevenirlo, eliminarlo o ridurlo.

La responsabilità di stabilire le misure adeguate da adottare spetta al datore di lavoro. Nell’ottica di quella che è definita in termini più generale la disciplina della Medicina del Lavoro.

Queste misure dovranno essere attuate con la partecipazione e la collaborazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti.

Responsabilità del datore

Tutti i datori di lavoro sono obbligati per legge a tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori. Questo dovere riguarda anche i problemi di stress lavoro correlato, in quanto costituiscono un rischio per la salute e la sicurezza.

Di contro, i lavoratori, hanno il dovere generale di rispettare le misure di protezione decise dal datore di lavoro. I problemi associati allo stress correlato al lavoro possono essere affrontati programmando una politica aziendale specifica in materia di stress, attraverso misure mirate per ogni fattore di potenziale stress individuato.

Prevenzione, riduzione e azzeramento

medico stress correlato

Per prevenire, eliminare o ridurre questi problemi si può ricorrere a varie misure. Le misure possono essere collettive, individuali o tutte e due insieme.

Si possono introdurre misure specifiche per ciascun fattore di stress individuato oppure possono rientrare nel quadro di una politica anti-stress integrata che sia contemporaneamente preventiva e valutabile.

Laddove l’azienda non possa disporre al suo interno di competenze sufficienti, può ricorrere a competenze esterne in conformità alle leggi europee e nazionali, ai contratti collettivi e alle prassi.

Una volta definite, le misure anti stress, dovrebbero essere riesaminate regolarmente per valutarne l’efficacia e stabilire se utilizzano in modo ottimale le risorse disponibili e se sono ancora appropriate o necessarie.

Come individuare le potenziali fonti di stress lavoro correlato

Non è sempre semplice, quando si parla di stress lavoro correlato, andare ad individuare esattamente tutte le possibili fonti del problema.

Tuttavia ci sono delle macro-aree, che sono facilmente individuabili con la giusta attenzione da parte dei datori di lavoro con il supporto dei lavoratori stessi. Potremmo dividerle come segue.

  • Organizzazione del lavoro
  • Comunicazione
  • Motivi soggettivi
  • Fattori esterni

Organizzazione e contenuti del lavoro

Sono forse le fonti più comuni e più presenti nella maggior parte dei luoghi di lavoro. Tra queste ricordiamo:

  • Orario di lavoro poco flessibile
  • Poca autonomia rispetto alle mansioni da svolgere
  • Conferimento di incarichi superiori alle capacità del lavoratore
  • Eccessive mansioni rispetto al tempo a disposizione
  • Incarichi che costituiscono pericolo per la salute del lavoratore

Comunicazione

stress correlato

Stress correlato lavoro e problemi di comunicazione. Anche la comunicazione interna o comunicazione aziendale può essere motivo di aumento del  rischio da stress lavoro correlato.

Per quanto riguarda determinate situazioni contrattuali, gioca un ruolo potenzialmente stressante l’incertezza sul futuro del proprio lavoro. Ma anche l’impossibilità o la difficoltà a parlare con i propri superiori o con gli organi direttivi è fonte di lavoro stress correlato.

Motivi soggettivi o fattori esterni

Lo stress lavoro correlato poi, può essere legato a dei motivi oggettivi che possono essere ad esempio:

  • Pressioni emotive e sociali
  • Sensazione di incapacità di far fronte alla situazione
  • Percezione di mancanza di aiuto

Discorso diverso invece per quelli che possono essere fonti esterne di stress, quali quelli inerenti la sfera della vita privata del lavoratore.

Cosa bisogna fare e normativa di riferimento

Ecco una lista di quello che il datore di lavoro dovrebbe fare per quanto riguarda lo stress correlato.

  • Elaborare misure di gestione e di comunicazione in grado di chiarire gli obiettivi aziendali e il ruolo di ciascun lavoratore, di assicurare un sostegno adeguato da parte della direzione ai singoli individui e ai team di lavoro , di portare a coerenza responsabilità e controllo sul lavoro, di migliorare l’organizzazione, i processi, le condizioni e l’ambiente di lavoro.
  • Eseguire la formazione dei dirigenti e dei lavoratori per migliorare la loro consapevolezza e la loro comprensione nei confronti dello stress, delle sue possibili cause e del modo in cui affrontarlo, e/o per adattarsi al cambiamento
  • Procedere all’informazione e alla consultazione dei lavoratori e/o dei loro rappresentanti.

La valutazione dello stress lavoro-correlato deve essere effettuata nel rispetto delle indicazioni normative, in via preliminare può essere utilizzata la check-list elaborata dall’Ispesl o fare riferimento all’Inail.

Riferimenti normativi

D.Lgs. 81/08 “Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n.123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro” (versione aggiornata nov 2020).

ACCORDO EUROPEO SULLO STRESS SUL LAVORO (8/10/2004) “Accordo siglato da CES – sindacato Europeo; UNICE – “confindustria europea”; UEAPME – associazione europea artigianato e PMI; CEEP – associazione europea delle imprese partecipate dal pubblico e di interesse economico generale”.

  • Ultimi Articoli
Dettagli Autore
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

×
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

Iscriviti alla Newslewtter

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di Centro Medico Unisalus via mail.

Torna su