Sindrome dell’alluce rigido

Indice dei contenuti

Oggi cerchiamo di capire quali sono i rimedi per contrastare il problema conosciuto come alluce rigido o sindrome dell’alluce rigido. Ma prima vediamo un po’ nel dettaglio che cos’è, quali sono i sintomi e quali le cause per chi ancora non lo conoscesse.

Il dolore all’alluce può essere una componente presente e fastidiosa, quindi conoscere e trattare l’alluce rigido è molto importante.

Alluce Rigido

L’alluce rigido è l’artrite dell’articolazione principale dell’alluce nella sfera del piede. Si chiama “alluce rigido” perché la sua caratteristica principale è la rigidità del dito del piede.

A volte è interessata solo la parte superiore dell’articolazione, mentre il resto non è danneggiato o colpito.

In altre persone l’intera articolazione è consumata, soprattutto quando la cosiddetta “artrite alluce” è stata sottovalutata e trascurata.

Alluce Rigido Cause

Nella maggior parte delle persone non esiste una causa definita: si sviluppa e basta.

Probabilmente il motivo principale per cui questa articolazione è particolarmente soggetta a logoramento è che, l’alluce, è sottoposto a tremendo stress nel camminare. Le scarpe strette di certo non aiutano.

Ad ogni passo, una forza pari al doppio del peso corporeo passa attraverso questa articolazione molto piccola.

In alcune persone può essere causato da una lesione o da un altro problema medico come la gotta o un’infezione nell’articolazione.

Ci sono molte teorie sul perché l’articolazione diventa artritica, ma finora nessuna di queste sembra molto utile nel trattamento o nella prevenzione della condizione.

Conseguenze della sindrome dell’alluce rigido

Il problema più comune è il dolore nell’articolazione dell’alluce. Il classico dolore all’alluce che non ci sappiamo spiegare. In alcune persone il fastidio è presente ogni volta che camminano o addirittura anche a riposo.

Ma in altri soggetti si verifica solo quando provano ad alzare l’alluce fino in fondo.

Con la rigidità viene meno la possibilità di ruotare l’alluce verso l’alto. A volte diventa così rigido che punta verso il basso e non può essere appoggiato sul pavimento.

Un dosso osseo, chiamato “osteofita” o “alluce dorsale“, può svilupparsi sopra l’articolazione. Questa è la risposta naturale del corpo all’articolazione consumata. L’urto può sfregare sulle scarpe. In alcune persone questo è il loro unico problema.

A causa dell’alluce doloroso alcune persone tendono a camminare sul lato del piede. Ciò può provocare dolore alla pianta del piede o lungo il bordo esterno.

A volte l’articolazione si consuma più sul lato esterno, verso le dita dei piedi inferiori, che sul lato interno.

Ciò può far inclinare la punta verso il secondo dito e le dita dei piedi possono strofinare insieme.

Sappiamo benissimo che camminare male, può portare anche a problemi di dolori a schiena, ginocchia e altri problemi posturali.

Fattori di rischio nell’alluce rigido

È noto che la sindrome dell’alluce rigido può iniziare anche presto nella vita, addirittura sin dall’adoloscenza.

La ragione per cui ne soffriamo, come già detto, è sconosciuta.

Fortunatamente, è probabile che il dito del piede non peggiori progressivamente. Inoltre, a parte l’altro dito del piede, non si ha molte più probabilità di contrarre l’artrite in altre articolazioni, come i fianchi e le ginocchia, rispetto a chiunque altro.

La ricerca mostra che, sebbene l’articolazione rimanga artritica e rigida, tende a non peggiorare molto nella maggior parte delle persone.

Tuttavia, in circa il 20-25% l’articolazione diventa progressivamente più rigida o dolorosa e può essere necessario un trattamento.

Sindrome dell’Alluce Rigido Prevenzione

Per evitare la formazione di alluce rigido è opportuno mantenersi generalmente in forma e attivo, indossando scarpe che si adattino comodamente ai piedi. Quindi uno stile di vita sano, attività fisica costante ed evitare assolutamente scarpe strette.

Quest’ultimo accorgimento è da tenere soprattutto quando già abbiamo dolore all’alluce.

Alluce rigido rimedi

Alluce rigido rimedi: quali sono? Il medico specialista può prescrivere semplici farmaci antidolorifici per il dolore.

Se il problema persiste, il medico può prescrivere antidolorifici più forti o medicinali antinfiammatori, se questi sono considerati sicuri per il paziente.

Molto utilizzate sono anche le Ortesi Podologiche. Poiché l’articolazione è di solito più dolorosa quando la punta è piegata verso l’alto durante la camminata, a volte si può irrigidire la suola della scarpa in modo che non si pieghi mentre si cammina.

Solitamente è il podologo che si occupa di questo genere di ortesi.

Rimedi per la sindrome dell’alluce valgo, nei casi più gravi e che non riescono ad essere tenuti a bada, possono essere le iniezioni o un piccolo intervento chirurgico.

Iniezioni. Se la punta rimane molto dolorosa, può valere la pena iniettare nell’articolazione dello steroide miscelato con anestetico locale. Ciò riduce l’infiammazione all’interno dell’articolazione. La punta può essere dolorosa per alcuni giorni dopo l’iniezione e di solito si va a verificare un miglioramento entro una settimana.

Se il dito del piede migliora con un’iniezione, l’effetto potrebbe durare per alcuni giorni, settimane o mesi. Occasionalmente il miglioramento può essere permanente.

Un’operazione chirurgica può aiutare?

Se nessuno dei trattamenti di cui sopra aiuta, un’operazione chirurgica può essere utile. Dovresti discuterne con un chirurgo ortopedico del piede e della caviglia su richiesta del medico specialista.

Cerca tra i contatti il nostro numero di telefono o compila il nostro form mail per saperne di più sulla sindrome dell’alluce rigido o per prenotare una visita

  • Ultimi Articoli
Dettagli Autore
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

×
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

Questa lettura è stata utile? Condividila!
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Iscriviti alla Newsletter

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di Centro Medico Unisalus via mail.

Torna su