La Reumatologia è una branca specialistica della Medicina dedicata allo studio delle malattie che colpiscono l’apparato muscolo scheletrico e i tessuti connettivi.

Quando si parla di “ reumatismi” di solito si ritiene che si tratti di malattie non gravi che riguardano ossa e articolazioni, che siano legate all’invecchiamento, che dipendano dal clima e che prima o poi ne andremo soggetti tutti.

In realtà le malattie reumatiche sono molto differenti tra loro per frequenza e gravità e possono colpire tutte le età, maggiormente il sesso femminile. La causa di tali patologie non è del tutto nota e comprende fattori sia genetici che ambientali e sono spesso sostenute da un processo autoimmune.

Le malattie reumatologiche interessano principalmente le articolazioni e le strutture anatomiche ad esse correlate ma possono colpire anche gli organi interni (polmoni, cuore, pelle,reni), i vasi e i nervi dando luogo ad un coinvolgimento sistemico.

Molte patologie reumatiche hanno rilevante importanza medico-sociale per la loro vasta diffusione e per il loro potenziale di disabilità, se non trattate adeguatamente.

I sintomi della malattie reumatologiche sono molteplici e possono essere molto aspecifici: il sintomo principale è il dolore ma vi sono numerosi altri sintomi e segni suggestivi, quali astenia, tumefazione articolare, rigidità delle articolazioni al mattino, febbre, fenomeno di Raynaud (mani che diventano bianche al freddo), lesioni cutanee, insolito arrossamento quando ci si espone al sole…

Compito del Reumatologo è riconoscere ed individuare i sintomi e i segni attraverso un’ approfondita anamnesi del paziente e un accurato esame obiettivo. Gli esami di laboratorio e gli esami strumentali (ecografia articolare, radiografie, TC) sono di fondamentale supporto.

La diagnosi precoce e l’utilizzo di terapie mirate ha permesso negli ultimi anni di ridurre la mortalità legate alle patologie reumatologiche e migliorare la qualità di vita dei pazienti. Fondamentale è un adeguato follow-up del paziente e la gestione multidisciplinare.

Principali patologie di interesse reumatologico:

Artropatie infiammatorie (Artrite Reumatoide, Artropatie Psoriasica, Spondiloartriti
Artropatie metaboliche (Artriti da microcristalli, malattie da deposito)
Malattie del tessuto connettivo (Lupus Eritematoloso Sistemico, Sclerosi Sistemica, Sindrome di Sjogren)
Vasculiti ( Arterite di Horton, Granulomatosi con Poliangioite, Malattia di Churg-Strauss, Panarterite nodosa…)
Artrosi
Malattie dell’Osso (Osteoporosi, malattia di Paget)
Reumatismi extraarticolari e Sindrome Fibromialgica

La visita reumatologica

Capillaroscopia

Osteoporosi

Condividi: