Chi è lo psicologo?

Lo psicologo è un professionista che opera per il benessere delle persone, dei gruppi, degli organismi sociali e della comunità. Obiettivo della sua attività è quello di favorire il cambiamento, potenziare le risorse e accompagnare gli individui, le coppie, le famiglie e le organizzazioni (es. scuola, azienda, ecc.) in particolari momenti critici o di difficoltà.

Cos’è la psicoterapia?

Può accadere a tutti di sentirsi particolarmente fragili in certi momenti della vita. La Psicoterapia nasce dall’incontro tra una richiesta di aiuto e uno specialista esperto del benessere e della gestione del disagio psicologico. In questi momenti, l’aiuto psicologico rappresenta un valido aiuto lavorando, insieme a chi richiede l’intervento, sulle dinamiche e sui processi, perlopiù inconsci, che incidono sul funzionamento individuale e relazionale. Tale lavoro consente di raggiungere cambiamenti significativi e duraturi, a livello personale e delle relazioni importanti, necessari per raggiungere il miglior benessere possibile, sia psicologico che fisico.

La psicoterapia sistemico-relazionale

L’orientamento sistemico-relazionale spiega il comportamento dell’individuo focalizzando l’attenzione sull’ambiente in cui è vissuto e sulla rete delle relazioni significative di cui egli è parte.
L’approccio sistemico ridefinisce in termini relazionali le categorie cliniche quali il sintomo, la diagnosi e il trattamento. Pertanto, in quest’ottica, gli eventi problematici di un singolo individuo influenzano l’intera famiglia come unità funzionale, con effetti che si estendono a tutti i membri e alle loro relazioni. Il sintomo non viene considerato come l’espressione di problematiche individuali ma indica una disfunzione dell’intero sistema familiare.
L’intervento terapeutico si basa pertanto sull’osservazione delle modalità di relazione tra il paziente e la sua famiglia e mira a modificare, attraverso un processo di co – costruzione tra terapeuta ed individuo/famiglia, i modelli disfunzionali presenti nel contesto entro il quale il disagio del paziente è emerso, stimolando le risorse familiari e rafforzando sia il funzionamento individuale sia quello familiare.

EMDR

Condividi: