Laserterapia
La laserterapia nella medicina estetica e dermatologica è particolarmente diffusa.

Viene impiegata nel trattamento di rimozione dei tatuaggi, macchie solari (lentigo solari), capillari, verruche, acne, delle rughe, cellulite, cicatrici, fibromi, depilazione permanente, smagliature, vene varicose, cheloide, asportazione nevo e tumori cutanei.

Il trattamento laser viso è un laser estetico sempre più diffuso.

I tipi di laser utilizzati sono molteplici: il laser CO2 è, probabilmente, quello più diffuso e viene utilizzato anche al posto del bisturi tradizionale in molte tipologie di interventi chirurgici, poiché causa minore infiammazione, riduce il sanguinamento e permette una migliore cicatrizzazione della ferita.

Di seguito, il dettaglio dei trattamenti laser effettuati presso il Centro Medico Unisalus:

Rimozione Laser Tatuaggi
Rimozione Laser Macchie Solari
Rimozione Laser Capillari
Rimozione Laser Verruche
Rimozione Smagliature
Epilazione laser
Rimozione nei

Rimozione Laser Tatuaggi

Rimozione tatuaggi

Il nostro Centro Laser vanta una pluriennale e qualificata esperienza nella rimozione dei tatuaggi: l’équipe medica, infatti, ha sviluppato nel corso del tempo competenza e professionalità supportate dalla tecnologia laser d’avanguardia con risultati largamente soddisfacenti. Infatti, grazie al nostro Laser Q-switched siamo in grado di rimuovere efficacemente tutti i colori.

L’alta specializzazione, la tecnologia delle strumentazioni e i rigorosi protocolli consentono di raggiungere eccellenti risultati nel trattamento offerto.

La qualità della tecnologia, abbinata all’esperienza ed alla professionalità degli operatori, dà dunque modo di realizzare trattamenti plurispecialistici con potenzialità sempre più consolidate.

Durante la procedura, la luce del laser viene indirizzata per pochi secondi nell’area della pelle dove si trova il tatuaggio; l’effetto del raggio si focalizza solo sui pigmenti colorati di tattoo senza intaccare le zone circostanti. La sensazione che si avverte è quella di calore.

Subito dopo la seduta viene applicata una garza con disinfettante nella zona interessata, che rimarrà comunque arrossata per qualche tempo.
In alcuni casi si possono formare delle piccole crosticine che cadranno da sole in pochi giorni. Il periodo di post trattamento dipende dall’estensione del tatuaggio e dalla capacità individuale di guarigione.

Nelle persone particolarmente sensibili il rossore può durare anche qualche settimana, mentre coloro che hanno una carnagione più scura possono notare un leggero “scolorimento” della pelle tatuata, che migliorerà nel tempo.
Se ci si espone al sole è necessario utilizzare una crema ad altissima protezione solare.

I costi partono da 150/200 euro a seduta. Dopo la prima visita dermatologica e prima di iniziare il trattamento verrà effettuato un preventivo personalizzato e definitivo del costo di ciascuna seduta; la definizione del numero di sedute sarà indicativa, poiché dipenderà dal tipo di pigmento usato, dal livello di assorbimento dei tessuti e dal grado di reattività di ciascun paziente.

Tutti questi fattori verranno verificati nel corso del trattamento, su autorizzazione del cliente tramite consenso informato.

Rimozione Laser Macchie Solari (Lentigo solari)

Grazie al Laser Q-switched siamo in grado di rimuovere efficacemente le macchie brune solari (lentigo solari), provocate da sole.

Andando a colpire le lentigo, le parti della pelle trattae vanno incontro ad uno sbiancamento ed irrigidimento, segnale dell’assorbimento della luce laser, effetto immediato post trattamento. L’effetto immediato di arrossamento e sbiancamento avrà la durata di qualche ora, dopodiché gradualmente svanisce.

Subito dopo il trattamento è sufficiente apporre un pò di crema idratante, che il paziente avrà cura di apporre anche successivamente quotidianamento, mattino e sera.

Potrebbe servire una seconda seduta, ma ciò verrà stabilito in sede di controlloche, avverrà dopo circa 1 mese.

Il paziente avrà cura durante questo periodo di NON esporsi alla luce solare per tutta la durata del periodo del trattamento, utilizzando uno schermo solare ad altissima protezione.

Rimozione Laser Capillari

I capillari sono lesioni benigne causate da una eccessiva dilatazione dei vasi sanguigni localizzati nella parte superficiale della pelle. Possono manifestarsi sotto forma di striature lineari più o meno estese di colore rosso, violaceo e/o bluastro.

Le cause sono molteplici: predisposizione genetica, fattori ormonali, eccessiva esposizione solare, obesità, fumo, trattamenti estetici non corretti…

Il trattamento con il laser consente di colpire i vasi sanguigni “malati” senza provocare danni ai tessuti circostanti ed è di norma molto efficace in presenza di capillari di piccole dimensioni (calibro fino ad 1mm).

Durante la seduta il raggio viene mosso lungo il capillare che viene così sigillato, senza bruciare o tagliare la cute. Nella maggior parte dei casi il trattamento è indolore o si avverte una lieve sensazione paragonabile ad un colpo di elastico sulla pelle. La presenza del sistema di raffreddamento cutaneo rende la terapia estremamente confortevole ma in ogni caso, se necessario, può essere applicata una crema anestetica che elimina ogni sensazione.

Subito dopo la seduta, la cute si presenta lievemente arrossata e talora compaiono piccoli rilievi lungo il tragitto del vaso (paragonabili a quelli provocati da una puntura di insetto), che si risolvono nel giro di 2-3 giorni Talvolta, quando si trattano capillari di grosso calibro, si possono formare piccoli ematomi di colore bluastro e/o crosticine superficiali che regrediscono, senza esiti, nell’arco di 15 giorni.

La terapia post-intervento consiste nell’applicare una crema antinfiammatoria e una protezione solare per alcuni giorni.

Il numero delle sedute, che durano circa 20 minuti e sono ambulatoriali, dipende dalla quantità e dalla dimensione delle lesioni vascolari. I capillari più sottili scompaiono generalmente con un solo trattamento. Invece se sono presenti lesioni più grandi e numerose possono essere necessarie da una a tre sedute a distanza di circa 1 mese l’una dall’altra.

Rimozione Laser Verrucche

Le verruche sono neoformazioni cutanee superficiali causate da una infezione virale virus chiamati HPV, Human Papilloma Virus) e interessano circa il 10% della popolazione mondiale, colpendo in ugual misura uomini e donne.
Le verruche volgari o comuni, le più frequenti, sono spesso localizzate alle dita, intorno alle unghie o al dorso delle mani (meno ai gomiti e alle ginocchia) e si presentano rilevate, di diametro variabile da pochi mm a qualche cm, a superficie rugosa arrotondata di colore che varia dal grigiastro al giallo fino al bruno-nerastro.

Le verruche plantari, comuni a livello della pianta del piede, si presentano invece come un’area callosa giallastra, rotondeggiante, appena rilevata, variamente doloranti alla pressione.

La terapia ideale di queste lesioni virali è il Laser, che infatti è in grado di distruggere in modo selettivo i capillari che alimentano la verruca determinandone così la morte “per fame”.

La verruca, non più alimentata, cade spontaneamente dopo alcuni giorni dal trattamento; tutto questo senza causare alcuna ferita.

Il raggio laser riesce ad attraversare la pelle senza danneggiarla colpendo in modo selettivo i capillari che nutrono la verruca che, sigillati, vengono distrutti.

Durante la seduta, il laser colpisce solo la lesione che assume un evidente colore blu-nerastro mentre la cute circostante si presenta arrossata.

Subito dopo la seduta è presente una sensazione di lieve bruciore (simile ad una scottatura solare) che si risolve in poche ore, mentre la verruca assume un evidente colorito bluastro. Successivamente si forma una crosta nera che, staccandosi spontaneamente nei 15 giorni successivi al trattamento, porta alla caduta della lesione.

La terapia post-operatoria è semplice e consiste nell’applicare una crema antinfiammatoria per alcuni giorni. I trattamenti sono ambulatoriali, durano pochi minuti e consentono alle persone di tornare immediatamente alle normali attività lavorative, anche dopo aver trattato zone sensibili come le mani e/o i piedi.

Nella maggior parte dei casi il trattamento è sopportabile poichè si avverte una sensazione paragonabile ad un forte colpo di elastico sulla pelle. La presenza di un sistema di raffreddamento cutaneo rende la terapia confortevole ma in ogni caso, se necessario, può essere applicata una crema anestetica che elimina ogni sensazione.

Il numero delle sedute, che durano circa 10-20 minuti e sono ambulatoriali, dipende dalla quantità e dalla dimensione delle verruche.

Le lesioni più piccole e superficiali scompaiono generalmente con un solo trattamento invece, se sono presenti verruche più grandi, profonde e numerose, possono essere necessarie da due a tre sedute distanziate fra loro di circa 1 mese.

Rimozione Smagliature

smagliature
Le smagliature dette anche strie atrofiche, rappresentano una vera e propria lacerazione superficiale del derma. Inizialmente le smagliature sono di colore rosso-violaceo a causa della sottigliezza dell’epidermide, che mostra il reticolo venoso. In seguito le smagliature “cicatrizzano” assumendo un colore bianco perlaceo ed appaiono sulla cute o leggermente scavate o talvolta con un aspetto leggermente rilevato, proprio come una cicatrice.

Le smagliature compaiono tipicamente nel periodo della pubertà, in gravidanza, nelle malattie fortemente debilitanti dell’organismo, dopo terapie cortisoniche prolungate, in concomitanza di talune malattie metaboliche, in caso di forti variazioni di peso (tipicamente nel dimagrimento).

Essendo la smagliatura una lesione, seppur superficiale del derma, è evidente che i preparati cosmetici non possono arrivare a trattare la lesione a livello degli strati dermici; i cosmetici possono senz’altro migliorare l’aspetto della pelle in generale, ma non trattare una vera e propria “cicatrice”. Il collagene e l’acido ialuronico per via iniettiva o cosmetica non servono L’organismo utilizza per la riparazione tissutale solo il collagene da esso stesso prodotto. Tutte le forme di collagene (animale o sintetico) somministrate per via topica (le creme) o infiltrativa non servono alla riparazione del tessuto, poiché le cellule (i fibroblasti) producono le proteine tra le quali il collagene, dall’unione dei costituenti primari (esempio gli aminoacidi) e non riconoscono sostanze già ultimate, appunto il collagene somministrato. Per far sì che la riparazione cellulare abbia luogo, occorre da un lato somministrare i costituenti primari del collagene e dall’altro riattivare i meccanismi di produzione di proteine a livello dei fibroblasti (cellule deputate a livello dermico alla produzione di collagene e di acido ialuronico). La dermoabrasione, se è abbastanza profonda da arrivare al tessuto danneggiato, non potrà che creare un altro micro-trauma dermico e vasale (persistenti zone eritematose), senza aiutare il processo di riparazione necessario per l’attenuazione delle smagliature.

Per il trattamento delle smagliature si utilizzano in sinergia due tipi di Laser: un Laser Ablativo CO2 e un Laser non ablativo YAG ad impulso lungo, con il preciso obiettivo di stimolare il tessuto a produrre collagene e quindi, gradualmente, “chiudere” la lacerazione superficiale del derma, appunto la smagliatura, tramite una fotodermolisi selettiva ed una foto-attivazione della sintesi proteica da parte del fibroblasta. Il numero di sedute dipende dallo stato iniziale delle smagliature: per una situazione di media complessità occorrono 10/12 sedute (che nei casi più complessi possono anche raddoppiare) una al mese, poiché bisogna attendere i 21 giorni, necessari alla replicazione cellulare (a livello del tessuto dermico). Il risultato verrà gradualmente a comporsi nel susseguirsi delle sedute Laser. La durata delle sedute è di circa 20/30 minuti, a seconda delle estensioni da trattare (i tempi possono aumentare per grandi estensioni). In taluni casi è possibile integrare con trattamenti di Idroelettroforesi o dermaforesi con il dispositivo medicale Hydrofor o VMT®, capaci di trasportare per via transdermica, i costituenti primari del collagene a livello del tessuto dermico interessato dalle smagliature.

Epilazione Laser
L’epilazione Laser inoltre trova applicazione in tutte le forme di ipertricosi, cioé l’eccessivo od indesiderato sviluppo di peli in zone del corpo dove sono normalmente presenti (pube, avambracci, gambe, cosce, ecc.). L’ipertricosi è più frequente in soggetti con carnagione olivastra (tipo mediterraneo) e varia in rapporto a caratteristiche familiari e razziali. Nell’epilazione il raggio Laser raggiunge il follicolo pilifero fino alla regione del bulbo, dove viene assorbito e trasformato in calore con conseguente necrosi termica e caduta del pelo. Il Laser è efficace solo sui bulbi piliferi in fase di crescita (detta anche pro-anagen e anagen). Quindi è necessaria più di un seduta per avere la certezza di colpire progressivamente i bulbi in fase di crescita.

Laser medicale ad Alessandrite
La depilazione laser permanente con Laser Alessandrite garantisce una maggiore efficacia rispetto ad altre tecnologie utilizzate per l’eliminare i peli superflui. L’efficacia del laser medicale Alessandrite si traduce in un minor numero di sedute necessarie per ottenere il risultato definitivo: dalle 4 alle 6 sedute in media nelle situazioni standard.

Meno sedute
Le aree estese (esempio schiena e gambe complete) grazie alla emissione di due spot al secondo del Laser medicale ad Alessandrite, vengono trattate in tempi contenute: meno sedute ed un miglior risultato estetico.

Depilazione Uomo
La depilazione Laser medicale ad Alessandrite è indicata per la rimozione dei peli nell’uomo poichè è in grado di raggiungere il bulbo pilifero dell’uomo più profondo rispetto a quello della donna. La tecnologia laser ad Alessandrite rappresenta una tecnologia d’elezione per la depilazione dell’uomo. Nell’uomo occorrono un numero superiore di sedute, per il fisiologico spessore del tessuto cutaneo.

Depilazione per pelli scure
Per pelli scure o abbronzate è possibile utilizzare il laser Neodimio Yag Q-Switched. Il trattamento con questo laser non danneggia la cute e la pigmentazione, agendo più in profondità.

Rimozione Nei
Il laser è uno strumento di taglio preciso, utilizzato in tutti gli ambiti chirurgici più sofisticati: basti pensare alla chirurgia refrattaria dell’occhio.

Nessuno oggi si cimenterebbe con un bisturi.

Od ancora alla chirurgia neurologica dove oggi insieme al computer viene utilizzato il raggio laser che selettivamente rimuove la massa malata.

Con la chirurgia laser il neo viene asportato in toto e non viene assolutamente alterato nella sua morfologia o margini come viene anche indicato nel certificato dell’esame istologico.

Il laser viene unicamente utilizzato per sostituire il bisturi nella fase di incisione, grazie alla sua assoluta precisione.

La piccolissima losanga di tessuto così ottenuta, con il neo intatto, viene inviata ad un accreditato laboratorio esterno per la biopsia.

Invece non deve mai essere utilizzata nessuna tecnica che distrugga con il calore od altro le cellule del neo, dato che ciò renderebbe impossibile l’esame istologico.

Riduzione della Cellulite

Condividi: