Rimozione nei laser

rimozione nei laser

Tabella dei Contenuti

Parleremo oggi della rimozione nei laser

I nei possono spuntare su ogni parte del corpo e non sempre sono graditi. Spesso le persone cercano di nasconderli. Ma la laserterapia rende possibile la rimozione dei nei senza che rimangano cicatrici.

Cosa sono i nei

I nei sono macchie dell’epidermide causate da un accumulo di cellule che producono melanina. Si formano fisiologicamente e, nella maggior parte dei casi, la loro presenza non deve preoccupare. Una persona, infatti, ha circa dai 10 ai 40 nei sulla pelle. Solitamente rotondi, simmetrici, piccoli, di colore marrone e piani o leggermente sporgenti. 

I nei, dunque, sono tumori benigni della pelle. Possono avere diverse caratteristiche. Possono essere voluminosi o piatti, rugosi o lisci e di vario colore.  

Secondo quanto detto finora, quindi, possiamo affermare che la maggior parte dei nei presenti sul corpo non sono pericolosi e, perciò, non è necessaria la rimozione nei

Può, però, capitare che la presenza del neo rechi disagio al paziente e che decida, quindi, di ricorrere all’asportazione neo

nei

Nei pericolosi 

Può capitare, seppur raramente, che un neo sia pericoloso. Bisogna, dunque, analizzarlo per poter eliminare la presenza di un melanoma maligno.

Per questo motivo, è di fondamentale importanza sottoporsi a una mappatura dei nei una volta all’anno per monitorare possibili loro cambiamenti di forma e colore.

Il dermatologo, quindi, studia le caratteristiche dei nei e li tiene sotto controllo. 

mappatura nei

Si può anche fare un autotest seguendo la regola dell’ABCDE. Secondo questa regola, Asimmetria, Bordi irregolari, Colore disomogeneo, Dimensioni superiori a 6 mm ed Evoluzione delle modificazioni riscontrate sono le caratteristiche da controllare attentamente. 

Asportazione nei: perché si effettua

Perché si arriva a togliere nei? L’asportazione nevi può effettuarsi fondamentalmente per due motivi: per estetica o per la pericolosità del neo

Un soggetto con un neo molto grande o in una zona vistosa potrebbe sentirsi a disagio o in imbarazzo. Questo lo potrebbe portare a decidere di togliere neo con laser

In conclusione, gran parte delle volte si tratta di nei innocui che non necessitano di alcun tipo di trattamento. Ma possono capitare casi in cui, per cause estetiche o di salute (rischio melanoma), il neo dovrà essere asportato. 

Qualora il dermatologo abbia individuato un neo potenzialmente pericoloso o qualora il paziente lo voglia togliere, si aprono diverse alternative per il suo trattamento. 

Nei asportazione: come avviene?

Abbiamo detto che l’asportazione dei nei ha, alla sua base, diverse motivazioni. Possono essere, infatti, o estetiche o di salute. 

Nonostante oggi sia possibile ricorrere alla rimozione nei laser, dobbiamo evidenziare che solo la chirurgia tradizionale rende possibile conservare intatto il neo. Soltanto in questo modo potrà essere eseguito l’esame istologico che renderà possibile riscontrare la presenza di possibili formazioni maligne. 

Quindi, consigliamo la rimozione nei con laser solo nel caso di certezza assoluta di neo benigno. In caso contrario, meglio asportare il nevo chirurgicamente per poi effettuare l’esame istologico. 

Come togliere un neo

Ci sono due modi, dunque, per rimuovere un neo: l’asportazione chirurgica nei e la laserterapia

Chirurgia nei

Si ricorre alla rimozione dei nei attraverso incisione quando il medico teme che il neo possa essere un tumore maligno.  

Viene applicato un anestetico locale nella zona interessata dal neo che deve essere rimosso. Vengono usati bisturi o forbici chirurgiche. Il dottore rimuove il neo insieme a una piccola porzione della cute. Infatti, il neo potrebbe avere cellule che sono cresciute al di sotto dello strato superiore della pelle e rimuoverle potrebbe richiedere alcuni punti di sutura per chiudere la ferita. La cicatrice che si crea svanirà nel tempo. 

Asportazione nei laser

Laddove la volontà sia quella di asportare un fibroma, un neo, una cheratosi seborroica o altre lesioni benigne della pelle solo a fini estetici, ricorrere alla rimozione con il laser è la scelta migliore. Togliere nei con laser, infatti, è una delle tecniche meno invasive che si possa usare, senza rischi e senza dolore. 

Inoltre, la rimozione nei laser non ha alcun decorso post-operatorio. Quindi, consente di ritornare alle normali attività quotidiane senza particolari attenzioni o accorgimenti.

L’eliminazione nei con laser ha come unico svantaggio quello di asportare solo le lesioni benigne cutanee in rilievo. 

Rimozione nei laser: come funziona il laser CO2?

Il laser sprigiona una forte quantità di radiazioni luminose che distrugge le cellule che costituiscono il neo senza danneggiare la pelle. Viene, dunque, eliminato il tessuto malato senza compromettere la pelle sana.

Viene disinfettata la zona da trattare, viene applicata una pomata anestetica per escludere possibili fastidi e si inizia il trattamento con il laser. Il fascio di energia va ad agire proprio sul neo indesiderato senza lasciare macchie, arrossamenti, cicatrici o aloni. 

laser

Togliere i nei con il laser: vantaggi 

Il laser per nei consente di rimuovere i nei in maniera indolore, in tempi veloci e con risultati ottimali. L’utilizzo del laser permette, quindi, l’asportazione di piccole neoformazioni cutanee in maniera rapida e precisa. 

Il rischio che si crei o rimanga una cicatrice è molto basso. 

Il laser CO2, in particolare, rende possibile la rimozione dei nei benigni presenti in ogni parte del corpo, compreso il viso. 

I tempi di recupero sono molto veloci essendo un trattamento non invasivo. Le uniche accortezze che si devono seguire sono: non esporsi al sole, non cercare di velocizzare la cicatrizzazione dei tessuti e prendersi cura della cute con creme e detergenti delicati.

Solitamente questo procedimento richiede un paio di sedute per eliminare definitivamente un neo. Riesce a raggiungere aree difficili, come viso o dita, e rende possibile anche asportare più nei alla volta. 

laserterapia dito

In sintesi, i vantaggi dell’asportazione nei con laser sono la sicurezza, la precisione, la rapida guarigione e nessun sanguinamento. 

Rimozione nei laser: conclusione

Eliminare i nei con il laser è possibile solo se il neo è stato definito benigno, senza alcun dubbio, dal medico. 

La rimozione nei laser è un intervento che si svolge in anestesia locale, dura dai 5 ai 30 minuti a seconda della grandezza del neo, non provoca cicatrici, porta risultati permanenti e, dopo 7-15 giorni durante i quali si medica la zona, si arriva alla completa guarigione.

Rimozione nei laser prima e dopo

rimozione nei prima

rimozione nei dopo

Dettaglio Autore
Medico Laserista

Il Dott. Massimo Sartori è Medico Laserista. Effettua Visite e Trattamenti di Laserchirurgia a Milano presso il Centro Medico Unisalus.

×
Medico Laserista

Il Dott. Massimo Sartori è Medico Laserista. Effettua Visite e Trattamenti di Laserchirurgia a Milano presso il Centro Medico Unisalus.

Il Dott. Massimo Sartori è Medico Laserista. Effettua Visite e Trattamenti di Laserchirurgia a Milano presso il Centro Medico Unisalus.

Contattaci via Email






    Cerca la prestazione di cui hai bisogno

    Per maggiori informazioni chiamaci al

    Orari apertura ambulatori

    Lun. – Ven.: 7:00 – 20:00
    Sabato: 9:00 – 16:00
    Domenica: Chiuso

    Punto Prelievi e test sierologici
    Lun. – Ven.: 7:30 – 10:00
    Su appuntamento

    Orari centralino

    Lun. – Ven.: 9:00 – 18:00
    Sabato: 9:00 – 16:00