Raffreddore nel bambino

Indice dei contenuti
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Anche il raffreddore nel bambino è molto comune, ed è un’infezione virale del naso e della gola.
Il gocciolamento e la congestione nasale sono i sintomi principali del raffreddore.

I bambini sono particolarmente sensibili al raffreddore comune, perché la loro risposta immunitaria ancora non è ancora sviluppata e perché spesso sono a contatto con altri bambini che potrebbero avere infezioni.

Nel primo anno di vita, la maggior parte dei bambini, sviluppano raffreddori frequenti specialmente se sono a contatto con altri bambini.

I rimedi per il raffreddore comune nei bambini sono semplici attenzioni come:

  • offrire loro liquidi
  • mantenere l’aria umida
  • mantenere le narici pulite

I bambini molto piccoli dovrebbero essere seguiti da un pediatra al primo segno di raffreddore comune, poiché sono maggiormente a rischio di contrarre la polmonite o la groppa.

Sintomi del raffreddore nel bambino

I primi segni di un raffreddore comune in un bambino sono di solito:

  • Congestione nasale o naso che cola
  • Scarico nasale che all’inizio può essere chiaro e poi diventare denso, giallo o verde

Altri sintomi e segni del raffreddore comune in un bambino possono includere:

  • Febbre
  • Starnuti
  • Tosse
  • Inappetenza
  • Irritabilità
  • Difficoltà a dormire
  • Problemi di allattamento o al biberon a causa di congestione nasale

Raffreddore nel bambino sintomi

Quando è consigliabile consultare il pediatra?

Il sistema immunitario del bambino ha bisogno di tempo per svilupparsi ed essere più protetto dalle infezioni.

Solitamente, il bambino ha un raffreddore senza complicazioni i sintomi dovrebbero durare tra i 10 e i 14 giorni.

Se il bambino ha un’età inferiore a 3 mesi è bene chiamare il pediatra in fase precoce della malattia.
Consultare il proprio medico è necessario perché un nei neonati un comune raffreddore può trasformarsi velocemente in difterite, polmonite e altre gravi malattie.

La gran parte dei raffreddori sono lievi e provocano solo qualche fastidio.
Tuttavia, è importante prendere con la giusta considerazione i sintomi e segni del bambino.

Se il bambino, invece, ha più di 3 mesi è consigliabile consultare il pediatra se il bambino:

Se il bambino ha più di 3 mesi, è opportuno chiamare subito il medico se il bambino ha questi sintomi:

  • Usa meno pannolini del solito
  • Ha la febbre alta
  • Ha difficoltà a respirare
  • Sembra avere mal d’orecchi o è più irritabile del solito
  • Ha gli occhi irritati o sviluppi uno scarico giallastro o verdastro
  • Ha la tosse persistente
  • Ha una secrezione nasale verde spessa per diversi giorni
  • Ha altri segni o sintomi che ti riguardano, ad esempio pianti insoliti o allarmanti.

Cause

Il raffreddore comune è un’infezione delle vie respiratorie superiori che può essere causato da un virus, come i rinovirus.

Quando il bambino viene affetto da un virus solitamente diventa immune a quel virus.
Ma siccome ne esistono tanti di virus che causano il raffreddore, è possibile che il bambino possa prendere il raffreddore più volte all’anno.02

Un comune virus del raffreddore può infettare la bocca, il naso e gli occhi del bambino.
Inoltre, il bambino può essere infettato da un virus attraverso:

  • Vie aeree. Quando una persona che è malato starnutisce, tossisce o semplicemente parlando, può diffondere il virus direttamente al bambino.
  • Contatto diretto. Qualcuno con un raffreddore viene a contatto con il bambino può trasmettere il virus del raffreddore, che può infettarsi quando si toccano gli occhi, il naso o la bocca.
  • Superfici contaminate. Alcuni virus possono sopravvivere sulle superfici per alcune ore. Il bambino al contatto con le superfici contaminate può infettarsi toccandosi il naso, la bocca o la bocca.

Fattori di rischio

Alcuni fattori di rischio possono aumentare il rischio di esporre i bambini a contrarre un raffreddore comune.

Alcuni di questi fattori di rischio possono essere:

  • Sistema immunitario acerbo. I bambini, per natura, sono inclini ad avere raffreddori comuni perché hanno sviluppato resistenza alla maggior parte dei virus che li causano.
  • Contatto con altri bambini. I bambini trascorrono del tempo con altri bambini, che non sempre hanno una adeguata igiene delle mani o si coprono la bocca quando tossiscono o starnutiscono.
  • Periodo dell’anno. Nel periodo che va dall’autunno alla fine della primavera i bambini, ma anche gli adulti, sono più inclini a contrarre un raffreddore comune.

Complicazioni

Le complicazioni che possono derivare dal raffreddore nei bambini possono includere:

  • Infezione acuta dell’orecchio. Questa è la complicazione più comune del raffreddore comune e si verifica quando i batteri entrano nello spazio dietro il timpano.
  • Fischio durante la respirazione. Un raffreddore può causare respiro sibilante durante la respirazione. Se il bambino ha l’asma, un raffreddore può aggravare la situazione.
  • Sinusite. Un comune raffreddore, non curato adeguatamente, può causare un’infezione secondaria all’interno dei seni paranasali, ovvero la sinusite.
  • Altre infezioni secondarie. Esempi di queste infezioni secondarie sono bronchiolite, groppa e polmonite. Queste infezioni richiedono la valutazione di un medico

Trattamento

Non esiste una cura per il raffreddore comune e gli antibiotici non funzionano contro i virus del raffreddore.
Si può provare ad alleviare i sintomi del bambino con misure come mantenere l’aria umida o succhiare il muco che causa ostruzione nasale

  • Ultimi Articoli
Dettagli Autore
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

×
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

Questa lettura è stata utile? Condividila!
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Iscriviti alla Newsletter

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di Centro Medico Unisalus via mail.

Torna su