82019Apr
Prolasso Uterino

Prolasso Uterino

Che cos’è il prolasso uterino?

Si parla di prolasso uterino quando l’utero scende dalla sua sede naturale (la piccola pelvi) ed entra all’interno del canale vaginale. Nei casi più gravi può uscire dalla vagina oppure essere associato ad u prolasso del retto e/o vescicale.

Come si manifesta il prolasso uterino?

È una patologia che si manifesta con fastidio nella zona inguinale, difficoltà di rapporti sessuali, difficoltà di minzioni che possono indurre l’incontinenza urinaria, incontinenza fecale, perdite vaginali bianche o sanguinamento, sensazione di corpo estraneo in vagina.

Quali sono le terapie?

Nei casi meno gravi può essere sufficiente una terapia farmacologica a base di estrogeni, ancor meglio se affiancata da esercizi che permettano di rafforzare il pavimento pelvico.

Nei casi più severi, l’intervento chirurgico è in grado di risolvere definitivamente il problema, anche nella versione mininvasiva che consente di conservare l’utero. Si tratta infatti di procedura ginecologica molto frequente, sempre più spesso accompagnata da tecniche chirurgiche innovative, che prevedono il ricorso a protesi applicate negli spazi vaginali.

Quali sono i fattori di rischio?

Tra i principali fattori rischio, citiamo i seguenti:

  • Predisposizione genetica
  • Difetti dalla nascita del pavimento pelvico
  • Sforzo prolungato del pavimento pelvico
  • Precedenti interventi chirurgici nella zona pelvica
  • Invecchiamento a partire dalla post menopausa
  • Obesità
  • Broncopneumopatia cronico ostruttiva
Condividi: