Percorso gravidanza

Icona
Indice dei contenuti
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

In questo articolo parleremo del percorso di gravidanza e quando eseguire gli esami

Calendario Gravidanza

Inserisci la data della tua ultima mestruazione e calcola la data presunta del parto e tutti i controlli da effettuare durante la gestazione.

6-10 settimane di gravidanza

Vitalità fetale

Questo esame ecografico, normalmente eseguito per via interna, mira a determinare il numero di feti presenti e se la gravidanza progredisce normalmente:

In circa il 3% dei casi degli esami precoci si evidenzia una interruzione che può non aver dato alcun segno clinico. La coppia riceverà informazioni sulle possibili cause.

Questo esame è utile per le donne che manifestano dolenzia o sanguinamento al primo trimestre e quelle che hanno avuto precedenti interruzioni iniziali, gravidanze ectopiche o date mestruali incerte.

12-30 settimane di gravidanza

Ecocardiografia fetale 

Lo studio del cuore fetale inizia già alla valutazione morfologica precoce del primo trimestre.

E’ particolarmente consigliato per le gravide che hanno una storia di familiarità o che hanno fatto rilevare una translucenza nucleale aumentata, indipendentemente dal riscontro o meno di una cromosomopatia.

Particolare attenzione è riservata a questo organo dovuta dal fatto che da solo è portatore di circa il 50% delle anomalie che possono globalmente interessare il feto.

Date le dimensioni del cuore lo studio più completo si esegue alla 20 settimana mirando alla valutazione delle camere cardiache, delle loro connessioni con i grossi vasi:

il risultato dello studio delle dimensioni, la posizione, la struttura e la funzione dei singoli componenti dell’apparato cardio-vascolare permette d’individuare le principali anomalie, anche se non i difetti minori o quelli evolutivi.

11-13 settimane di gravidanza

Esame morfologico I trimestre difetti fetali cromosomopatie gemellarità

Le malformazioni si producono nel periodo embrionario, al termine del quale, quindi intorno alla 12° settimana l’anatomia è completa e l’embrione diventa feto.

Di conseguenza le eventuali maggiori anomalie possono essere studiate in questa fase con una adeguata apparecchiatura ed una preparazione specifica.

Alcune anomalie cromosomiche possono non comportare in fase iniziale particolari alterazioni della anatomia.

Per calcolare la possibilità di rischio di malattie cromosomiche si ricorre quindi al rilievo dello spessore nucale fetale (associato alla misura di specifici ormoni nel sangue materno) si può così fornire una personalizzata fascia di rischio di anomalie cromosomiche (21,18,13).

L’aumento dello spessore nucale indica, ove non vi fossero anomalie cromosomiche, una maggiore frequenza di patologie cardiache e scheletriche: l’esame verrà quindi ecograficamente mirato al controllo di queste.

Il 2% dei concepimenti normali ed il 10% di quelli assistiti risultano in una gravidanza multipla.

La diagnosi ecografica precoce di gemellarità può identificare se i gemelli condividono o meno la stessa placenta, situazione che deve portare ad un diverso monitoraggio della gravidanza.

20 settimane di gravidanza

Esame morfologico II trimestre

Si tratta di una ecografia dettagliata di ogni parte della anatomia fetale condotta secondo i migliori standard possibili al fine di verificare la normalità degli organi e qualora ci fossero delle anomalie una valutazione sul significato e l’importanza di tali rilievi.

Questo esame conferma e completa quanto già valutato nella ecografia morfologica del I trimestre.

Il colorDoppler è parte integrante dell’esame perché fornisce importanti indicazioni sulla qualità di afflusso di sangue all’utero (arterie uterine).

Non tutte le malformazioni possono essere viste e la coppia troverà nel consenso da leggere e nel colloquio con lo Specialista precisazioni in merito.

23-24 settimane di gravidanza

Esame del collo uterino

Dalla misura della lunghezza del canale cervicale è possibile identificare le gestanti ad alto rischio di avere una gravidanza pretermine, che è un fattore di rischio maggiore per la qualità di vita del neonato.

L’esame é eseguito con ecografia vaginale alla 23-24 settimana.

> 30 settimane di gravidanza

Esame morfologico III trimestre

L’esame è eseguito alla 30-32 settimana per verificare il benessere fetale che si manifesta con una regolare crescita e un ulteriore controllo della morfologia di alcuni organi che possono manifestare patologie non rilevabili in 20 settimana.

Procedure Diagnostiche Invasive

Prelievo dei villi coriali 12 settimane

Il prelievo dei villi della placenta è usato per esaminare i cromosomi del feto.

L’esame eseguito alla 12 settimana consiste in un prelievo tramite ago che passando attraverso l’addome materno sotto guida ecografica raggiunge la placenta: l’esame dura 1 minuto.

Un risultato preliminare è disponibile entro 3 giorni e finale in 2/3 settimane. Solo circa nell’1% dei casi il test dovrà essere ripetuto perché le cellule non crescono in laboratorio e i risultati non sono significativi.

Il rischio di abortività in centri di elevata esperienza è circa dell’ 1%, le complicanze <1/1000 (enti del tutto simili a quelli della amniocentesi).

Amniocentesi

15 settimane

Il prelievo del liquido amniotico viene eseguito per valutare i cromosomi del feto con un ago sottile nell’utero che rimuove un piccolo volume del liquido.

I risultati si ottengono in 2/3 settimane.

In circa 1% dei casi si ha abortività, complicanze < 1/1000.

Cordocentesi 

20 settimane

In alcuni casi può essere necessaria la aspirazione del sangue fetale.

L’esame é condotto in centri specializzati ospedalieri.

Il rischio di complicazioni con operatori esperi è poco superiore agli altri metodi.

Questi esami sono definiti invasivi perché possono comportare il rischio di abortività: non vengono eseguiti nel nostro studio ma verranno fornite tutte le informazioni necessarie per una ottimale indagine di tale tipo.

  • Ultimi Articoli
Dettagli Autore
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

×
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

Questa lettura è stata utile? Condividila!
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Iscriviti alla Newsletter

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di Centro Medico Unisalus via mail.

Torna su