112019Mar

Ozonoterapia

Che cos’è l’ossigeno – ozonoterapia

L’ossigeno – ozonoterapia, più comunemente definita, per brevità, “ozonoterapia”, è un trattamento medico indicato in numerosi disturbi e in diverse patologie.

In particolare, è una metodica che utilizza l’ozono, gas che si trova in natura nell’atmosfera, la cui molecola è composta da tre atomi di ossigeno, uno dei quali è instabile e, in quanto tale, tende a separarsi dagli altri due. Da questa sua caratteristica discende l’efficacia terapeutica dell’ozono.

A cosa serve l’ossigeno – ozonoterapia?

Si tratta di una terapia a base di ozono miscelato con ossigeno medicale che ha molteplici proprietà: antibatteriche, antifungine, antivirali, antinfiammatorie, antiossidanti, analgesiche, immunomodulanti, in grado di ossigenare i tessuti e di aiutare il microcircolo. Di conseguenza, innumerevoli sono gli impieghi:

  • In primo luogo, importante è l’azione antibatterica e virale e per questa sua caratteristica, la tecnica è particolarmente indicata come coadiuvante degli antibiotici in presenza di ceppi batterici particolarmente resistenti
  • Altrettanto rilevante è la funzione antinfiammatoria essendo efficace nella stimolazione della neo angiogenesi e nel favorire l’aumento della produzione di enzimi antiossidanti, contribuendo a togliere l’infiammazione ai muscoli contratti
  • Interessante è inoltre il suo impiego nella riattivazione della circolazione sanguigna e del microcircolo capillare, in quanto aiuta ad incrementare la produzione dei metaboliti responsabili del rilascio di ossigeno ai tessuti (2,3 difosfoglicerato)
  • La sua efficacia è inoltre dimostrata in medicina estetica e, in particolare, nei trattamenti delle adiposità e della cellulite localizzate, essendo applicabile anche solo ad aree limitate e circoscritte.

Quali patologie possono essere trattate?

L’uso terapeutico dell’ozonoterapia è molto ampio e può essere indicato:

  • In ambito ortopedico – reumatologico per Ernie cervicali, dorsali e lombari, Dolori cervicali e lombari, Dolori nel post – operatorio, Artrosi e artriti, Sindrome del tunnel carpale, Fibromialgie
  • In ambito uro – ginecologico per Infezioni ginecologiche e delle vie urinarie, Vaginiti, Cistiti, Uretriti, Candida
  • Nelle Patologie epatiche e gastrointestinali, come Disturbi epatici, Colon irritabile, Coliti ulcerose, Gastriti, Morbo di Crohn, Diverticoliti, Emorroidi
  • In ambito dermatologico per Herpes simplex e zoster, Psoriasi, Dermatiti da contatto, Micosi, Celluliti, Acne
  • Nelle patologie tumorali, come coadiuvante della chemioterapia e della radioterapia
  • Nelle patologie respiratorie per Asma, Riniti allergiche, Broncopneumopatie
  • Nelle patologie connesse alla circolazione sanguigna come Insufficienza venosa, Arteriopatie delle zone periferiche, Piaghe ed Ulcere
  • Nelle patologie neuro-vegetative come Morbo di Parkinson, Morbo di Alzheimer, Sclerosi multipla, Sclerosi laterale amiotrofica
  • Nelle patologie del sistema oculare come Retinopatie, Maculopatie, Glaucoma, Neurite ottica
  • In condizioni di affaticamento cronico, di Astenia organica, di Disordini metabolici
  • In caso di Allergie

Come si svolge il trattamento?

Il trattamento è eseguito solo dal medico, in possesso di corsi di formazione specifici e che applica protocolli approvati dalla Società Scientifica di Ossigeno Ozono Terapia e validati dal Ministero della Salute.

Si tratta di una tecnica dolce e non invasiva, che consiste nella somministrazione di una miscela composta dal 3% di ozono e dal 97 di ossigeno e che viene:

  • insufflata nelle infezioni vaginali e gastro – intestinali
  • infiltrata nelle patologie degenerative come l’artrosi
  • iniettata sotto cute nei problemi articolari e muscolari
  • iniettata per via intramuscolo come ad esempio nelle lombalgie e nelle contratture muscolari
  • effettuata attraverso terapia idropinica in presenza di gravi infezioni batteriche
  • realizzata con auto-emotrasfusione nei trattamenti legati alla circolazione del sangue
  • applicata a livello topico tramite creme specifiche oppure oli particolari, indicati in casi di piaghe ed ulcere

A seconda del tipo di trattamento, il medico potrà suggerire un periodo di riposo nelle ore immediatamente successive.

La durata del trattamento varia a seconda dei casi e della patologia. In media occorrono 4 – 5 sedute di un quarto d’ora ciascuna, salvo casi più complessi in cui il trattamento deve essere ripetuto a cadenze predefinite fino a 10 – 15 volte.

Condividi: