Omocisteinemia

Icona
Indice dei contenuti
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

L’omocisteinemia è un test diagnostico, che si esegue attraverso un semplice esame del sangue, per controllare i valori di omocisteina presenti al suo interno. L’omocisteina è un amminoacido. Un test di omocisteina misura la quantità di questo amminoacido nel sangue.  

A cosa serve l’esame dell’omocisteina? 

L’omocisteinemia (o test omocisteina) viene eseguita per diversi motivi. Vediamo i principali: 

  • Serve per identificare la carenza di vitamina B12 o carenza di acido folico, tuttavia sono disponibili anche altri test per queste carenze. 
  • Aiuta a identificare una rara malattia ereditaria chiamata omocistinuria. Questa malattia causa una carenza di uno dei numerosi enzimi necessari per convertire il cibo in energia. 
  • Infine aiuta a determinare una causa per coaguli di sangue altrimenti inspiegabili. 

Come preparare l’omocisteinemia? 

Per prima cosa, quando ci dobbiamo preparare al test chiamato omocisteinemia non dobbiamo mangiare o bere nulla (tranne l’acqua). Questo per almeno 8 ore prima del test. 

In secondo luogo dobbiamo parlare con il medico se stiamo assumendo farmaci prima del test. Infatti molti medicinali possono influenzare i risultati del test omocisteina.  

Come si svolge il test omocisteina  

L’operatore sanitario che preleva il sangue per l’omocisteinemia dovrà seguire la seguente procedura:

  • Avvolgere un laccio emostatico intorno alla parte superiore del braccio per fermare il flusso di sangue. Questo rende le vene sotto pelle più grandi, quindi è più facile inserire un ago nella vena. 
  • Pulire il sito dell’ago con alcool. 
  • Mettere l’ago nella vena. Potrebbe essere necessario più di un ago. 
  • Collegare un tubo all’ago per riempirlo di sangue. 
  • Rimuovere la fascia dal braccio quando viene raccolto abbastanza sangue. 
  • Mettere un batuffolo di garza o un batuffolo di cotone sul sito dell’ago quando l’ago viene rimosso. 
  • Fare pressione sul sito e poi indossare una benda. 

    Un test omocisteina misura per l’appunto la quantità di aminoacidi omocisteina nel sangue. I risultati sono di solito pronti in 24 ore. 

    Quando sono normali i risultati dell’omocisteinemia?  

    Vediamo ora quali sono i valori considerati normale in questo esame del sangue per l’omocisteina. Vi ricordiamo che i valori che vi elenchiamo di seguito, chiamati un intervallo di riferimento, sono solo una guida. Per leggere e interpretare i valori nel vostro specifico caso chiedete sempre il parere del vostro Medico Curante.  

    Il medico valuterà i risultati in base alla salute e ad altri fattori.  

    Normale: 0,54–2,3 mg / L  4–17 micromoli per litro (mcmol / L) 

    Molte condizioni possono influenzare i livelli di omocisteina.  Il medico discuterà con voi qualsiasi risultato anormale significativo in relazione ai sintomi e alla salute passata. 

    Quando sono elevati i risultati dell’esame della omocisteina?  

    Parliamo ora di omocisteina alta. Valori elevati di omocisteina possono essere causati da diverse condizioni o problemi. 

    • Non assumere abbastanza acido folico, vitamina B6 o vitamina B12 nella dieta. 
    • Altre condizioni o malattie, come omocistinuria, malattie renali, ipotiroidismo, morbo di Alzheimer o alcuni tipi di cancro. 
    • Abuso di alcool. 
    • Il sesso: i livelli di omocisteina sono normalmente più alti negli uomini che nelle donne. 
    • Età. I livelli di omocisteina aumentano con l’età. 

      Valori bassi omocisteinemia

      Abbiamo parlato di omocisteina alta. Vediamo ora il problema contrario. Bassi valori di omocisteina possono essere causati da alcuni medicinali o vitamine come acido folico quotidiano, vitamina B12 o niacina. 

      Quali sono i fattori che influenzano il test dell’omocisteina?  

      I motivi per cui si può non essere in grado di eseguire il test o perché i risultati potrebbero non essere consdierati validi includono: 

      • Stato di menopausa. 
      • Ipertensione
      • Fumo o altro uso del tabacco. 
      • Avere una storia familiare di alti livelli di omocisteina. 
      • Bere più di 2-3 tazze di caffè al giorno per molti anni. 
      • Assunzione di medicinali, come anticonvulsivanti, antibiotici e pillole anticoncezionali. 
      • Avere malattie renali, alcune forme di leucemia o psoriasi. 
      • Avere una rara malattia familiare ereditaria che causa la mancanza di un enzima necessario per prevenire l’accumulo di omocisteina nel sangue (omocistinuria).
          • Ultimi Articoli
          Dettagli Autore
          Dietologo – Direttore Sanitario

          Il Dott. Mauro Martini è Dietologo e Direttore Sanitario del Centro Medico Unisalus, Poliambulatorio specialistico a Milano. È iscritto all’Albo dei Medici di Milano al n. 20311

          ×
          Dietologo – Direttore Sanitario

          Il Dott. Mauro Martini è Dietologo e Direttore Sanitario del Centro Medico Unisalus, Poliambulatorio specialistico a Milano. È iscritto all’Albo dei Medici di Milano al n. 20311

          Questa lettura è stata utile? Condividila!
          Condividi su whatsapp
          WhatsApp
          Condividi su facebook
          Facebook
          Condividi su twitter
          Twitter
          Condividi su linkedin
          LinkedIn
          Condividi su email
          Email
          Iscriviti alla Newsletter

          Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di Centro Medico Unisalus via mail.

          Torna su