Noduli al collo | Noduli Tiroidei

Icona
Indice dei contenuti
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

I noduli tiroidei sono noduli al collo.  Si tratta di grumi solidi o pieni di liquido che si formano all’interno della tiroide. Una piccola ghiandola situata alla base del collo, appena sopra lo sterno. Fortunatamente la grande maggioranza dei noduli tiroidei non è grave e non causa sintomi. Il cancro alla tiroide rappresenta solo una piccola percentuale di questo tipo di noduli. Spesso non sappiamo di avere un nodulo tiroideo fino a quando il medico non lo scopre. Solitamente accade durante un esame di routine. Tuttavia alcuni noduli tiroidei, possono diventare abbastanza grandi da essere visibili o rendere difficile la deglutizione o la respirazione. Per questo motivo le opzioni di trattamento dipendono dal tipo di nodulo al collo.

I sintomi dei Noduli Tiroidei

La maggior parte dei noduli al collo tiroidei non causa segni o sintomi. Occasionalmente, tuttavia, alcuni noduli diventano così grandi che possono.

  • Risultare percepibili al tatto
  • Essere visti, spesso come un gonfiore alla base del collo
  • Premere sulla trachea o sull’esofago, causando mancanza di respiro o difficoltà a deglutire

In alcuni casi, i noduli tiroidei producono ulteriore tiroxina, un ormone secreto dalla ghiandola tiroidea. La tiroxina extra può causare sintomi di ipertiroidismo come.

  • Perdita di peso inspiegabile.
  • Aumento della sudorazione.
  • Tremore.
  • Nervosismo.
  • Battito cardiaco accelerato o irregolare.

Noduli tiroidei sintomi ulteriori. Sono ad esempio il dolore e l’indolenzimento localizzati nel punto del collo in cui è presente il nodulo. Attenzione perché alcuni noduli tiroidei sono cancerosi (maligni), ma determinare quali noduli sono maligni non può essere fatto dai soli sintomi. La maggior parte dei noduli cancerosi hanno una crescita lenta e possono essere piccoli quando vengono scoperti. I tumori della tiroide aggressivi sono rari, ma questi noduli possono essere grandi, saldi, fissi e in rapida crescita.

Controllo endocrinologico

Sebbene la maggior parte dei noduli al collo tiroidei sia non cancerosa (benigna) e non causi problemi, è opportuno chiedere al medico di valutare eventuali gonfiori insoliti nel collo. Specialmente se si hanno problemi di respirazione o deglutizione. In questo caso è importante valutare la possibilità di cancro. Perciò occorre contattare immediatamente un medico se si sviluppano segni e sintomi in concomitanza all’ipertiroidismo. Come ad esempio i seguenti.

  • Improvvisa perdita di peso anche se l’appetito è normale o è aumentato.
  • Un cuore pulsante.
  • Difficoltà a dormire.
  • Debolezza muscolare.
  • Irritabilità.

Cause noduli tiroidei

Quali sono le cause noduli tiroidei? Diverse condizioni possono causare lo sviluppo di noduli nella ghiandola tiroidea.  Carenza di iodio La mancanza di iodio nella dieta a volte può causare la ghiandola tiroidea a sviluppare noduli tiroidei. Ma la carenza di iodio è rara in quanto lo iodio viene regolarmente aggiunto al sale da tavola e ad altri alimenti. Crescita eccessiva del normale tessuto tiroideo. Non è chiaro perché ciò accada, ma una tale crescita, che a volte viene definita adenoma tiroideo, non è cancerosa. Inoltre non è considerata grave a meno che non causi fastidiosi sintomi dalle sue dimensioni. Cisti tiroidea. Le cavità piene di liquido (cisti) nella tiroide derivano più comunemente dalla degenerazione degli adenomi tiroidei. Spesso, i componenti solidi vengono miscelati con il fluido nelle cisti tiroidee. Le cisti sono generalmente benigne, ma a volte contengono componenti solidi maligni. Infiammazione cronica della tiroide (tiroidite). La malattia di Hashimoto, una malattia della tiroide, può causare infiammazione della tiroide con conseguente ingrossamento nodulare. Questo è spesso associato a ridotta attività della ghiandola tiroidea (ipotiroidismo). Gozzo multinodulare. “Gozzo” è un termine usato per descrivere qualsiasi ingrossamento della ghiandola tiroidea. Può essere causato da carenza di iodio o un disturbo della tiroide. Un gozzo multinodulare contiene più noduli distinti all’interno del gozzo, ma la sua causa è meno chiara.

Cancro alla tiroide

Nonostante le probabilità che il nodulo sia maligno sono minori, alcuni fattori aumentano il rischio di cancro alla tiroide. Come una storia familiare di tiroide o altri tumori endocrini. Altri fattori di rischio includono essere minori di 30 o più di 60 anni. Oppure anche essere un maschio. Avere una storia di esposizione alle radiazioni, in particolare alla testa e al collo. Un nodulo che è grande e duro o provoca dolore o disagio è più preoccupante in termini di malignità.

Diagnosi Noduli Tiroidei

Nel valutare un nodulo al collo, uno degli obiettivi principali del medico è quello di escludere la possibilità di cancro. Ma il medico vorrà anche sapere se la tiroide funziona correttamente. Ad esempio i test possono includere questi esami. Esame fisico. Probabilmente verrà chiesto di deglutire mentre il medico esamina la tiroide. Questo perché un nodulo nella ghiandola tiroidea di solito si sposta su e giù durante la deglutizione. Il medico cercherà anche segni e sintomi di ipertiroidismo. Ad esempio come tremore, riflessi eccessivamente attivi e battito cardiaco accelerato o irregolare. Ma anche segni e sintomi di ipotiroidismo. Come possono essere un battito cardiaco lento, pelle secca e gonfiore del viso. Test di funzionalità tiroidea. Vengono misurati i livelli ematici di tiroxina e triiodotironina, ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea e ormone stimolante la tiroide. Il cosiddetto TSH che viene rilasciato dalla ghiandola pituitaria. Tali esami possono indicare se la tiroide sta producendo troppa tiroxina nel caso di ipertiroidismo. Oppure, nel caso dell’ipotiroidismo, troppo poca. Ecografia. Questa tecnica di diagnostica utilizza onde sonore ad alta frequenza anziché radiazioni per produrre immagini. Fornisce le migliori informazioni sulla forma e sulla struttura dei noduli. Può essere usato per distinguere le cisti da noduli solidi. Può essere usato anche per determinare se sono presenti più noduli. Può anche essere usato come guida nell’esecuzione di una biopsia per aspirazione con ago sottile.

Biopsia per aspirazione con ago sottile.

Quando abbiamo dei noduli al collo, questi vengono spesso sottoposti a biopsia. Per assicurarsi che non sia presente alcun cancro. Durante la procedura, il medico inserisce un ago molto sottile nel nodulo e rimuove un campione di cellule. La procedura richiede circa 20 minuti e presenta pochi rischi. Spesso, il medico utilizzerà gli ultrasuoni per guidare il posizionamento dell’ago. I campioni vengono quindi inviati a un laboratorio e analizzati al microscopio.

Noduli Tiroidei caldi e freddi

Quelli che producono un eccesso di ormone tiroideo sono chiamati noduli tiroidei caldi. Si presentano alla scansione perché assorbono più isotopo del normale tessuto tiroideo. I noduli tiroidei freddi non funzionano e compaiono come difetti o buchi nella scansione. La differenza tra noduli tiroidei caldi e freddi è importante. Mentre i noduli tiroidei caldi sono quasi sempre non cancerosi, ma alcuni noduli tiroidei freddi sono cancerosi. Lo svantaggio di una scansione della tiroide è che non è in grado di distinguere tra noduli freddi benigni e maligni. La lunghezza di una scansione della tiroide è variabile. Cambia a seconda di quanto tempo impiega l’isotopo a raggiungere la ghiandola tiroidea. Potresti avere qualche disagio al collo perché questi è allungato all’indietro durante la scansione. Inoltre sarai esposto a una piccola quantità di radiazioni.

Come ridurre i noduli tiroidei

Per sapere come ridurre i noduli tiroidei, la risposta non è una sola. Ci sono diversi trattamenti di competenza del Medico. Tali trattamenti variano a seconda del nodulo al collo che si ha. Possiamo ad esempio utilizzare una terapia di soppressione. Oppure anche l’intervento chirurgico di asportazione del nodulo. Vediamoli nel dettaglio.

Come curare i noduli alla tiroide |  Noduli benigni

Nel caso in cui un nodulo tiroideo non è canceroso, ci sono diverse opzioni di trattamento. Adesso vediamole ad una ad una. Osservazione. Se una biopsia mostra che si ha un nodulo tiroideo benigno, il medico può suggerire semplicemente di osservare le condizioni. In altre parole significa avere un esame fisico e test di funzionalità tiroidea a intervalli regolari. Probabilmente si avrà anche un’altra biopsia se il nodulo cresce. Se un nodulo tiroideo benigno rimane invariato, potrebbe non essere mai necessario un trattamento. Terapia di soppressione dell’ormone tiroideo. Ciò comporta il trattamento di un nodulo benigno con levotiroxina. Stiamo parlando di una forma sintetica di tiroxina che si assume in forma di pillola. L’idea è questa. Fornire ulteriore ormone tiroideo che segnali all’ipofisi di produrre meno TSH. Ossia l’ormone che stimola la crescita del tessuto tiroideo. Tuttavia la terapia con levotiroxina è oggetto di dibattito. Non ci sono prove chiare che il trattamento riduca costantemente i noduli al collo. Oppure che sia necessario ridurre i noduli piccoli e benigni. Intervento di chirurgia. Occasionalmente, un nodulo chiaramente benigno può richiedere un intervento chirurgico. Soprattutto se è così grande da rendere difficile la respirazione o la deglutizione. La chirurgia è anche da prendere in considerazione per le persone con grandi gozzi multinodulari. In particolare quando i gozzi restringono le vie aeree, l’esofago o i vasi sanguigni. Anche i noduli diagnosticati come indeterminati o sospetti da una biopsia necessitano di rimozione chirurgica. Quindi possono essere esaminati per segni di cancro.

Tiroidecomia Totale | Noduli cancerosi

In conclusione il trattamento per un nodulo canceroso comporta un intervento chirurgico. Intervento Chirurgico. L’opzione da attuare in caso di noduli maligni è la rimozione chirurgica. Rimozione che spesso avviene insieme alla maggior parte del tessuto tiroideo. Una procedura chiamata tiroidectomia quasi totale. I rischi di un intervento chirurgico alla tiroide includono danni al nervo che controlla le corde vocali. Si segnalano anche eventuali danni alle ghiandole paratiroidi, quattro minuscole ghiandole situate sul retro della ghiandola tiroidea. Sono ghiandole che aiutano a controllare il livello di calcio nel sangue. Dopo una tiroidectomia totale, avrai bisogno di un trattamento permanente con levotiroxina. In quanto utile per fornire al corpo normali quantità di ormone tiroideo.

  • Ultimi Articoli
Dettagli Autore
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

×
Centro Medico a Milano

Il Centro Medico Unisalus a Milano è un Poliambulatorio Specialistico Privato. Si trova vicino alla Stazione Centrale di Milano a pochi passi dal “Pirellone”. 

Questa lettura è stata utile? Condividila!
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Iscriviti alla Newsletter

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di Centro Medico Unisalus via mail.

Torna su