Macchie scure sul glande

macchie scure sul glande

Tabella dei Contenuti

Macchie scure sul glande: di cosa si tratta?

La melanosi del pene, o lentiginosi del pene, è una condizione rara che provoca macchie marroni sulla testa e sull’asta del pene.

Queste macchie sul pene sono marrone scuro e possono essere leggermente o significativamente più scure della pelle circostante sul pene. Il cambiamento di colore è noto come iperpigmentazione e si verifica quando la melanina (pigmento marrone) forma depositi sullo strato superficiale della pelle.

La melanosi del pene non causa altri sintomi. La condizione, poi, non è contagiosa. Quindi, non c’è modo di trasmetterla ad altre persone. Tuttavia, la causa esatta è ancora sconosciuta.

La melanosi del pene è generalmente innocua, non infettiva e non richiede trattamento. Nonostante ciò, alcune persone potrebbero scegliere di sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica per rimuovere le macchie marroni sul pene.

Infine, la condizione può colpire chiunque. Ma si può vedere prevalentemente tra ragazzi e uomini di età compresa tra i 15 e i 72 anni.

Cosa sono le macchie scure sul pene?

La melanosi del pene è, per l’appunto, una condizione rara caratterizzata da una colorazione marrone scuro della pelle intorno all’asta e alla testa del pene. Queste macchie pene sono circoscritte e piatte. Nella maggior parte dei casi compaiono macchie di pelle scura che non coprono l’intero pene.

Ma cosa succede?

La melanina è un pigmento naturale della pelle che determina il colore di occhi, pelle e capelli. Maggiore è il contenuto di melanina, più scura è la pelle.

La melanosi, quindi, si verifica quando questo pigmento si accumula, con conseguente iperpigmentazione. Pertanto, la melanosi del pene è un caso di iperpigmentazione del pene. Iperpigmentazione che appare sotto forma di macchie sulle pelle del pene.

Sintomi macchie scure sul glande

Oltre alle macchie nere sul pene (note anche come macule), non ci sono altri sintomi associati alla melanosi del pene.

I segni principali sono macchie che sono:

  • solitamente marroni o nere
  • di lunghezza inferiore a 1 centimetro
  • indolori e non suscettibili di sanguinare o cambiare nel tempo

Coloro che soffrono di questa condizione possono presentare una singola macchia scura sul pene o molte macchie scure sulla pelle del pene.

Non c’è modo per prevedere quante macule, se ce ne saranno, un uomo avrà.

Macchie nere sul glande e lichen sclerosus

In rari casi, la melanosi del pene è correlata a una condizione chiamata lichen sclerosus. Questa implica l’assottigliamento della pelle del pene e la presenza di macchie sul prepuzio o sulla testa del pene di colore biancastro.

I farmaci topici a volte sono sufficienti per trattare il lichen sclerosus. Si ritiene che sia causato da uno squilibrio ormonale o da una risposta anormale del sistema immunitario.

Tuttavia, gli steroidi topici e altri farmaci non influenzano i cambiamenti del pigmento causati dalla melanosi del pene.

Il lichen sclerosus, inoltre, si trova spesso sul prepuzio dei maschi non circoncisi. A volte è necessaria la rimozione del prepuzio per trattarlo.

Macchie scure glande cause

Le cause che portano alla manifestazione di macchie marroni sul glande in alcune persone non sono certe. È semplicemente un accumulo di cellule pigmentate sulla pelle, che può verificarsi anche in altri luoghi.

Tuttavia, i possibili fattori di rischio che possono aumentare le possibilità di una persona di sviluppare la melanosi del pene includono :

  • età. Sebbene, come abbiamo già detto, la melanosi del pene possa colpire persone di qualsiasi età, compare principalmente tra i 15 e i 72 anni
  • genetica. Potrebbe esserci una componente genetica nella melanosi del pene
  • lesioni. Una precedente lesione al pene può giocare un ruolo nello sviluppo di questa condizione poiché la formazione di tessuto cicatriziale può portare all’iperpigmentazione
  • alcuni trattamenti per la pelle. Il trattamento con alcuni farmaci, infatti, può aumentare il rischio di melanosi del pene

Macchie marroni glande e cancro

Alcuni potrebbero temere che pigmentazioni come queste possano portare al melanoma, una forma di cancro della pelle. Tuttavia, il melanoma del pene è molto raro.

Comunque, il melanoma del pene può causare macchie scure pene simili a quelle della melanosi. Però, in genere solo sulla testa del pene. La differenza è che in questo caso le macchie possono crescere, cambiare colore e sanguinare.

Inoltre, quando un medico diagnostica la melanosi del pene sarà sicuro di escludere la possibilità che le lesioni siano cancerose. Pertanto, una volta confermata la diagnosi significa che le lesioni non mettono la persona a rischio di cancro.

Una persona può vedere un dermatologo a intervalli regolari per monitorare la condizione e assicurarsi che non ci siano segni di melanoma. Tuttavia, non ci sono prove dirette che la melanosi del pene porti al cancro.

Macchie violacee sul glande e lesioni

Un livido si verifica dopo una rottura dei vasi sanguigni sotto la pelle, facendo apparire il pene più scuro del normale. La masturbazione vigorosa, il sesso o un incidente con la cerniera dei pantaloni ad esempio possono ferirne la pelle.

Un ferita che causa coaguli di sangue e porta alla formazione di macchie viola sul glande e sull’asta del pene.

Infine, a volta a causa del flusso sanguigno intenso o dell’eccessiva eccitazione sessuale, il colore della testa non circoncisa può apparire viola.

macchie pene

Macchie pelle pene di colore bianco: cause

Sul pene possono anche presentarsi macchie di colore bianco. Queste possono dipendere da due patologie: vitiligine e sifilide.

Vitiligine pene e macchia sul glande

È una condizione in cui la pelle non è in grado di produrre pigmento. Sebbene la vitiligine sia visibile principalmente sulle ginocchia e sui gomiti, può interessare qualsiasi parte del corpo. Pene compreso. Parleremo allora di vitiligine sul glande o di vitiligine sul pene. Può apparire come macchie bianche piccole o grandi sul glande.

Sifilide e macchia rossa lucida sul glande

La sifilide è una malattia a trasmissione sessuale che può causare un’ulcera bianca o rossa sul pene. Altri sintomi della sifilide includono febbre, mal di testa e affaticamento frequente.

Macchie nere sulla pelle del pene: trattamento

Come abbiamo accennato in precedenza, le macchie al pene sono un semplice accumulo di cellule pigmentate. Si tratta perciò di una condizione innocua e non richiede alcun trattamento.

Tuttavia, se una persona ritiene che le macchie nel pene siano sgradevoli o creino disagio, sono disponibili diverse opzioni di trattamento.

Le procedure di rimozione sono solo cutanee e non dovrebbero influire sulla salute sessuale di una persona o sulla sua capacità di urinare. È importante, però, sottolineare che queste procedure di rimozione spesso lasciano piccole cicatrici sul pene. Non influiscono sulla salute e sul normale funzionamento del pene. Però, prima di optare per uno di questi trattamenti, assicurati di discutere col medico di tutti i rischi e di tutti i benefici che questi comportano.

Asportazione chirurgica

Le macchie scure sul glande possono essere rimosse attraverso un intervento chirurgico. Il chirurgo rimuove prima lo strato di pelle che è iperpigmentato. Quindi esegue un innesto di nuova pelle nell’area interessata per avere lo stesso spessore e aspetto della pelle circostante.

La guarigione dopo l’intervento chirurgico richiede tempo. L’operazione può anche lasciare piccole cicatrici, che possono essere sgradevoli se la persona è preoccupata per l’aspetto del proprio pene.

asportazione chirurgica

Terapia laser

Un’altra opzione per trattare o rimuovere le macchie scure sul prepuzio è attraverso la terapia laser.

La terapia laser può aiutare a rimuovere le lesioni cutanee pigmentate o a ridurne l’aspetto. In alcuni casi, la pigmentazione non scompare completamente, ma si attenua notevolmente.

In questa procedura, il medico utilizza un laser che produce impulsi brevi ad alta intensità. Viene utilizzato principalmente per eliminare le condizioni della pelle legate al pigmento.

Tuttavia, per rimuovere completamente le macchie scure glande dovrai sottoporti a molte sessioni di questa terapia laser.

Macchia nera sulla pelle del pene: prevenzione

Sfortunatamente non esiste un modo provato per prevenire le macchie scure sul glande.

Ma, una volta che hai sviluppato questa condizione, tu e il tuo medico dovreste conservare le fotografie delle dimensioni e della forma delle macchie per tenere traccia di eventuali cambiamenti. Sebbene, infatti, sia improbabile che le piccole macchie scure sul glande associate alla melanosi del pene cambino, qualsiasi mutazione nel tempo potrebbe segnalare una condizione cancerosa della pelle nota come melanoma.

Macchia sul pene: quando rivolgersi al medico

Qualsiasi macchia pene può essere fastidiosa, soprattutto se accompagnata da una crescita insolita. È meglio consultare un medico in questi casi. La diagnosi precoce e il trattamento di qualsiasi condizione riducono il rischio di complicazioni per la salute.

Puoi consultare, inoltre, un medico generico o un urologo per confermare la diagnosi di melanosi. Chiederà informazioni sul problema, sui sintomi associati ed eseguiranno un controllo fisico per trovare la causa alla base della macchia nera sul pene.

A seconda del caso di melanosi del pene, infine, il medico può anche consigliarti test come un emocromo standard. Questo aiuterà il medico a escludere altre condizioni che causano la macchia scura sul glande, come infezioni o cancro.

Dettaglio Autore
Medico Dermatologo

La Dottoressa Marina Fantato è Medico Dermatologo a Milano. Vanta una pluriennale esperienza nel campo del trattamento di vitiligine e psoriasi. Si occupa inoltre di tutte le principali patologie dermatologiche. Iscritta all’albo Provinciale dei Medici Chirurghi di ALESSANDRIA al n. 3753

×
Medico Dermatologo

La Dottoressa Marina Fantato è Medico Dermatologo a Milano. Vanta una pluriennale esperienza nel campo del trattamento di vitiligine e psoriasi. Si occupa inoltre di tutte le principali patologie dermatologiche. Iscritta all’albo Provinciale dei Medici Chirurghi di ALESSANDRIA al n. 3753

La Dottoressa Marina Fantato è Medico Dermatologo a Milano. Vanta una pluriennale esperienza nel campo del trattamento di vitiligine e psoriasi. Si occupa inoltre di tutte le principali patologie dermatologiche. Iscritta all'albo Provinciale dei Medici Chirurghi di ALESSANDRIA al n. 3753

Contattaci via Email






    Cerca la prestazione di cui hai bisogno

    Per maggiori informazioni chiamaci al

    Orari apertura ambulatori

    Lun. – Ven.: 7:00 – 20:00
    Sabato: 9:00 – 16:00
    Domenica: Chiuso

    Punto Prelievi e test sierologici
    Lun. – Ven.: 7:30 – 10:00
    Su appuntamento

    Orari centralino

    Lun. – Ven.: 9:00 – 18:00
    Sabato: 9:00 – 16:00