42019Mar
La visita urologica

La visita urologica

Come si svolge la visita urologica?

Si tratta della visita eseguita da un medico specializzato che si occupa delle patologie a carico del sistema urinario e, nell’uomo, dell’apparato riproduttivo. Ha dunque lo scopo di diagnosticare e curare le malattie a carico dei reni, degli ureteri, della vescica, dell’uretra, delle ghiandole surrenali. Nell’uomo, gli organi ulteriormente coinvolti sono il pene, la prostata ed i testicoli.

La prima parte della visita specialistica è simile sia per l’uomo che per la donna: viene infatti acquisita la storia clinica del / della paziente, gli stili di vita, gli eventuali esami diagnostici già eseguiti.

Nella seconda parte, segue l’analisi obiettiva che, nella donna la visita è molto simile a quella ginecologica, mentre nell’uomo consiste nella valutazione del basso ventre e dei genitali, seguita dall’esplorazione rettale.

Quali sono le principali patologie urologiche?

Fra le patologie che più frequentemente ricorrono:

  • Disturbi della minzione
  • Infezioni delle vie urinarie
  • Calcolosi delle vie urinarie
  • Disturbi legati alle funzioni degli organi genitali
  • Ipertrofie prostatiche
  • Prostatiti acute e croniche
  • Tumori della prostata
  • Deficit dell’erezione

I sintomi principali sono il rinvenimento di sangue nelle urine, , dolore e bruciore durante la minzione, incontinenza urinaria, stimolo frequente ed urgente ad urinare, dolore pelvico o alle reni, calo del desiderio sessuale, ecc.

Quali accertamenti possono essere richiesti a seguito di una visita urologica?

Nel corso della visita lo specialista può ritenere necessari ulteriori approfondimenti diagnostici, quali:

  • Esami del sangue e delle urine (con particolare riferimento al PSA per gli uomini)
  • Esame del liquido seminale
  • Ecografia prostatica transrettale (per l’uomo)
  • Ecografia transvaginale (per la donna)
  • Ecografia scrotale
  • Uroflussometria
  • Citoscopia
  • Scintigrafia renale
  • TAC
  • Risonanza magnetica
Condividi: