222018Dic
Ipertensione

Ipertensione

IPERTENSIONE

Sei iperteso? Che cos’è la ipertensione?

Molte persone soffrono di ipertensione senza saperlo: spesso lo scoprono durante un controllo occasionale.

L’ipertensione è un aumento anomalo della pressione arteriosa, cioè della forza esercitata dal sangue sulle pareti delle arterie.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito che i valori pressori ottimali sono 90 mmHg per la pressione diastolica e 140 mmHg per quella sistolica. Valori superiori indicano la presenza di uno stato ipertensivo, che può essere di grado variabile.

Nella maggior parte dei casi non è possibile individuare una causa (ipertensione essenziale); esistono tuttavia dei fattori che possono causare un aumento secondario della pressione arteriosa: malattie renali, disturbi ormonali, sostanze ad azione ipertensiva (farmaci, alcol, liquirizia), aterosclerosi, patologie congenite.

Se il problema non viene scoperto e affrontato il rischio di malattie cardiovascolari come infarto e ictus cresce rapidamente.

Sintomi dell’ipertensione:

  • Ronzio auricolare
  • Disturbi visivi
  • Vertigini
  • Arrossamento del viso
  • Palpitazioni
  • Epistassi

Holter pressorio per il monitoraggio della pressione nelle 24h.

La rilevazione della pressione misurata dal medico è sempre stata considerata lo strumento diagnostico principale per evidenziare stati ipertensivi dei pazienti, ma tuttavia oggi la scienza ci permette di utilizzare strumentazione diagnostica – come l’holter pressorio – in grado di ottenere un valore predittivo superiore.

Questo test non invasivo, realizzato mediante un piccolo apparecchio che viene fissato in vita, consente di registrare la pressione arteriosa continuamente per 24 h, definendo un completo profilo pressorio del paziente, evidenziandone anche il profilo notturno.

Il monitoraggio pressorio è molto utile in diverse situazioni:

  • Nei soggetti in cui i valori della pressione arteriosa variano da un momento all’altro;
  • Nei soggetti particolarmente emotivi, che di fronte al medico hanno sbalzi pressori, effetto “camice bianco”.
  • Nei soggetti ipertesi in terapia farmacologica, per controllare che il farmaco agisca in ogni momento della giornata mantenendo la pressione a valori uniformi.
  • Nei soggetti che, pur avendo la pressione arteriosa normale, durante il giorno accusano sintomi che possono far pensare a sbalzi pressori improvvisi.

Durante il periodo dell’esame, la pressione sarà misurata automaticamente ogni 15 minuti di giorno e 30 minuti di notte: in 24h sarà disponibile il referto firmato a cura di medici cardiologi.

Prevenzione

Una volta diagnosticata, l’ipertensione può essere combattuta prima di tutto attraverso l’adozione di corretto stile di vita, che prevede la pratica di una regolare attività fisica e l’adozione di una dieta equilibrata.

Quando queste misure non sono sufficienti a normalizzare la pressione arteriosa, il medico prescrive una terapia farmacologica.

Il controllo regolare della pressione arteriosa è fondamentale per evidenziare l’ipertensione e per comprendere se i provvedimenti intrapresi sono efficaci.

Il miglior modo per prevenire lo sviluppo di una grave ipertensione è seguire alcuni consigli:

  • Non fumare
  • Seguire una dieta sana ed equilibrata, che sia ricca di fibre e carente di grassi
  • Controllare il livello di colesterolo nel sangue. Se è alto, tenerlo costantemente sotto controllo
  • Perdere peso se si è in sovrappeso
  • Fare regolare esercizio fisico
  • Controllare il livello degli zuccheri nel sangue
  • Gestire lo stress
Condividi: