Iperacusia

Indice dei contenuti

Quando parliamo di iperacusia, ci stiamo riferendo ad una condizione dell’orecchio che porta ipersensibilità a suoni e rumori. Se soffri di questo disturbo, la tua giornata può risultare molto difficile e snervante. I normali suoni di tutti i giorni ti possono apparire come un rumore insopportabile, nonostante la gente intorno a te sembra non notarli affatto.

L’ipersensibilità a suoni e rumori, per fortuna, è estremamente rara. Colpisce infatti una persona ogni 50.000 circa. Inoltre sappiamo che è spesso accompagnata da un altro disturbo molto più comune ed altrettanto fastidioso, ossia l’acufene.

Iperacusia e acufeni possono risultare una “combo” davvero difficile da gestire e ti possono limitare nelle normali attività quotidiane.

Iperacusia sintomi

ipersensibilità ai rumori

I sintomi di iperacusia sono tanti e alcuni di loro sono facilmente individuabili. Altri invece sono sintomi non specifici che possono essere confusi con quelli di altre problematiche. Ad esempio se sperimento il disturbo di iperacusia è possibile che tu possa anche soffrire di ansia.  I principali sintomi dell’ipersensibilità all’orecchio sono:

Come accorgersi del problema

distrubo iperacusia

Devi avere il sospetto di soffrire di iperacusia quando alcuni semplici rumori ti danno più fastidio di quello che è il comune livello di sopportazione. Quando sperimenti questo disturbo infatti potrebbero darti fastidio rumori banali come ad esempio:

  • un rubinetto aperto
  • il ronzio degli elettrodomestici
  • un posto affollato di persone che chiacchierano
  • un motore di un veicolo
  • un frullatore
  • una tv leggermente alta

Ci sono in ogni caso diversi gradi di sensibilità ai rumori. Alcune persone ad esempio possono avvertire solo un leggero fastidioso. Nei casi di iperacusia grave, invece, potresti anche sperimentare problemi di perdita di equilibrio e sbandamento. In tutti questi casi dovresti contattare il medico per eseguire una visita specialistica in otorinolaringoiatria e approfittarne per fare un check del tuo apparato orl.

Le cause dell’iperacusia

iperacusia cause

Iperacusia cause: perché alcune persone ne soffrono? Partiamo dal presupposto che i suoni sono delle vibrazioni che il tuo orecchio rileva nell’ambiente circostante.

Può capitare che il tuo cervello ti giochi un brutto scherzo e ti faccia sentire in modo confuso ed esagerato alcune di queste vibrazioni.

Quindi quello che per quasi tutte le altre persone è un normalissimo suono, per te è un rumore insopportabile. Proprio perché il tuo cervello sta reagendo in modo diverso alla percezione di quella vibrazione.

L’iperacusia non è presente sin dalla nascita, ma può essere conseguenza di altri problemi di salute o condizioni. Colpisce sia le persone in età adulta che i bambini. Tra le cause dell’ipersensibilità ai rumori abbiamo:

  • colpi o danni alla testa (per esempio dopo un incidente stradale)
  • iperacusia da farmaci
  • problemi all’articolazione ATM
  • malattia di Meiniere
  • autismo
  • intervento chirurgico
  • paralisi di bell

Nei casi di ipersensibilità dovuta a intervento o farmaco, parliamo di iperacusia iatrogena. Infine è giusto segnalare che l’ipersensibilità a suoni e rumori può essere scatenata dall’esposizione prolungata a rumori molto fastidiosi. Ma anche ad un singolo episodio di rumore molto forte, come un esplosione o un boato che ti porterà un’iperacusia improvvisa.

Diagnosi

Sarà il Medico Otorinolaringoiatra a darti la diagnosi di iperacusia. Per prima cosa devi raccontare i sintomi e la tua storia clinica. Il medico procederà ad un esame obiettivo e ad alcuni test dell’udito per poterti diagnosticare questo distrurbo.

Iperacusia Rimedi

tecniche di rieducazione al suono

Arriviamo ora al punto che sicuramente stai aspettando con ansia: iperacusia cura e rimedi.

Innanzitutto il medico dovrà analizzare qual è la causa dell’ipersensibilità al rumore. Infatti il trattamento dell’iperacusia dipende da quello che ha causato il problema.

Se stiamo parlando ad esempio di lesioni o colpi alle orecchie e alla testa, il disturbo potrebbe risolversi spontaneamente una volta guarita la lesione.

Quando ciò non dovesse succedere, lo specialista ti proporrà anche un percorso per rieducarti alla percezione del suono. Come? Per un determinato periodo di tempo, verrai messo a contatto con rumori molto bassi, per imparare a comprenderli e gestirli.

Gradualmente verrai sottoposto a rumori sempre più alti in modo che il tuo orecchio si possa di nuovo abituare a sentirli come suoni “normali”. Questo tipo di terapia di rieducazione all’ascolto può durare anche diversi mesi.

Inoltre è possibile che ti venga chiesto di indossare degli apparecchi acustici per iperacusia che emettono dei suoni statici a cadenza temporale.

Terapie alternative

Nonostante vi siano altri rimedi per l’iperacusia, questi non sono stati completamente studiati e affinati. Per questo abbiamo lasciato un piccolo spazio per citare dei rimedi alternativi che potrebbero esserti proposti dal tuo medico curante.

Tra i rimedi alternativi abbiamo l’agopuntura, le tecniche di rilassamento e l’integrazione uditiva che viene usata nei casi di iperacusia e autismo.

Sappiamo che l’ipersensibilità ai suoni, così come l’acufene, sono dei disturbi che hanno un forte impatto negativo sulla vita delle persone. Per questo motivo chi ne soffre, sperimenta anche problemi di ansia, depressione e forte stress.

Per questo motivi il tuo Medico potrebbe anche consigliarti di assumere dei farmaci specifici per ridurre lo stress.

Un consiglio che ti può dare il tuo Medico curante è anche quello di evitare l’utilizzo di tappi per le orecchie o l’auto esclusione sociale. Questo perché una volta tolti i tappi (che danno al più un sollievo temporaneo) o una volta rientrato in un luogo affollato, la tua iperacusia rischia di peggiorare.

×
Medico Otorinolaringoiatra
Questa lettura è stata utile? Condividila!
WhatsApp
Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Iscriviti alla Newsletter

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di Centro Medico Unisalus via mail.

Torna su