CHIAMA ORA
helicobacter pylori
La Dottoressa Federica Invernizzi è Medico Gastroenterologo a Milano. Effettua visite specialistiche presso il Centro Medico Unisalus ,insieme con gli esami ecografici delle anse intestinali. È iscritta all'albo dei Medici di Lecce al numero 1757.

Helicobacter Pylori

Tabella dei Contenuti

L’Helicobacter Pylori è un batterio dello stomaco che può portare delle problematiche gastriche fastidiose a chi ne viene colpite.

Si stima che il batterio dell’helicobacter viva comunemente nello stomaco di due persone su tre.

Chi è colpito da H.Pylori deve intervenire appena possibile per eradicarlo. Se infatti il batterio prolifera in modo eccessivo, può causare ulcere nel rivestimento dello stomaco o nella parte superiore dello stesso.

In più, queste condizioni, quando non trattate possono anche causare il cancro allo stomaco.

L’infezione da h. pylori è molto comune. Infatti circa due terzi della popolazione mondiale ne è colpito. Nella maggior parte delle persone non provoca alcun sintomo, comunque esistono farmaci specifici in grado di sconfiggerlo.

Più persone nel mondo hanno accesso ad acqua pulita meno persone contraggono l’infezione da Helicobacter.

Una volta diagnostico con un test specifico, il trattamento prevede utilizzo di inibitori della pompa protonica uniti a terapia antibiotica.

Breve storia dell’Helicobacter Pylori

Fino al 1982 non si conosceva questo batterio e i medici incolpavano lo stress di causare le ulcere. Solo grazie al lavoro di due studiosi australiani Barry Marshall e Robin Warren si scoprì che il batterio riesce a sopravvivere nello stomaco.

Infatti, prima di allora l’ipotesi di un germe che vivesse nello stomaco era impensabile in quanto lo stomaco ha un’acidità troppo elevata.

L’h. pylori però riesce in questa impresa grazie all’enzima ureasi che rende il PH circostante più alto. Non solo, anche grazie alla sua forma ad elica che gli consente di entrare nella parte più interna dello strato mucoso dello stomaco.

La comunità scientifica però era ancora restia a credere che causasse l’ulcera pertanto Barry Marshall bevve una cultura di batteri e si infettò.

Quindi si ammalò di gastrite, analizzò la sua ulcera isolando il batterio e guarì con una banale terapia.
Nel 2005 Marshall vinse il Nobel per la medicina.

Helicobater cause

H. pylori si può contrarre da cibo, acqua o utensili. È più comune nei paesi o nelle comunità che mancano di acqua pulita o di buoni sistemi fognari. Puoi anche raccogliere i batteri attraverso il contatto con la saliva o altri fluidi corporei di persone infette.
Molte persone lo contraggono durante l’infanzia, ma anche gli adulti possono infettarsi. I germi vivono nel corpo per anni prima che inizino i sintomi. I medici non sono sicuri del motivo per cui solo alcune persone ottengono ulcere dopo un’infezione.

Perché ti fa ammalare l’Helicobacter

Dopo che H. pylori è entrato nell’organismo, attacca il rivestimento dello stomaco, che di solito protegge dall’acido che il tuo corpo usa per digerire il cibo. Una volta che i batteri hanno fatto abbastanza danni, l’acido può attraversare il rivestimento, causando ulcere. Queste possono sanguinare, causare infezioni o impedire al cibo di muoversi attraverso il tratto digestivo.

Helicobacter sintomi

In caso di ulcera si può avvertire un dolore sordo o bruciante nella pancia. Può andare e venire, ma probabilmente si sentirà maggiormente quando lo stomaco è vuoto. Ad esempio tra i pasti o nel cuore della notte. Può durare per pochi minuti o per ore. Il paziente può sentirsi meglio dopo aver mangiato, bevuto latte o preso un antiacido.

Altri sintomi da helicobacter pylori includono:

  • gonfiore
  • inappetenza
  • nausea
  • vomito
  • perdita di peso senza una chiara ragione

Infine le ulcere possono sanguinare nello stomaco o nell’intestino , il che può essere pericoloso per la salute.

Non è comune, ma l’infezione da H. pylori può causare il cancro allo stomaco . All’inizio la malattia ha pochi sintomi, come il bruciore di stomaco. Nel tempo, potresti notare:

  • dolore o gonfiore alla pancia
  • nausea
  • non avere fame
  • sentirsi sazi dopo aver mangiato solo una piccola quantità
  • vomito
  • perdita di peso senza motivo

Come si fa la diagnosi di H. Pylori

Per iniziare, il medico chiede informazioni sulla storia medica, sui sintomi e sugli eventuali medicinali che si assumono. Quindi sottopone il paziente a un esame fisico, inclusa la pressione sulla pancia per verificare la presenza di gonfiore o dolore.

Inoltre può prescrivere:

  • analisi del sangue e delle feci che possono aiutare a trovare un’infezione
  • test del respiro Helicobacter Pylori, il quale è un test in cui si analizza il respiro dopo aver ingerito una pasticca di urea e si misura la quantità di urea esalata. Leggi il nostro articolo di approfondimento sul test del respiro helicobacter pylori.

Invece, per esaminare meglio le ulcere il medico può prescrivere:

  • endoscopia del tratto gastrointestinale superiore. In un ospedale, un medico utilizzerà un tubo con una piccola telecamera, chiamata endoscopio, per guardare in gola, nello stomaco e nella parte superiore dell’intestino tenue. La procedura può essere utilizzata anche per raccogliere un campione che verrà esaminato per la presenza dei batteri. Potresti essere addormentato o sveglio durante la procedura, ma riceverai medicine per farti sentire più a tuo agio.
  • test del tratto gastrointestinale superiore. In un ospedale, berrai un liquido che contiene una sostanza chiamata bario e il tuo medico ti farà una radiografia. Il liquido ricopre la gola e lo stomaco e li fa risaltare chiaramente sull’immagine.
  • tomografia computerizzata (TC). È una potente radiografia che crea immagini dettagliate dell’interno del tuo corpo.

Ulteriori test per Helicobacter Pylori

Se lo specialista sospetta un’infezione da Helicobacter allora potrebbe prescrivere analisi e test per il cancro allo stomaco.

Questi comprendono:

  • esame fisico
  • esami del sangue per controllare l’ anemia, quando il tuo corpo non ha abbastanza globuli rossi . Potrebbe succedere se hai un tumore che sanguina.
  • esame del sangue occulto nelle feci, che controlla le feci per il sangue che non è visibile ad occhio nudo
  • biopsia, quando un medico preleva un piccolo pezzo di tessuto dallo stomaco per cercare segni di cancro. Il medico può farlo durante un’endoscopia.
  • test che realizzano immagini dettagliate delle parti interne del tuo corpo, come una TAC o una risonanza magnetica (MRI)

Helicobacter terapia

Se hai ulcere causate da H. pylori, avrai bisogno di un trattamento per uccidere i germi, curare il rivestimento dello stomaco e impedire che le piaghe si ripresentino.

Di solito sono necessarie da 1 a 2 settimane di trattamento per migliorare.

Il medico probabilmente ti dirà di assumere alcuni tipi diversi di farmaci.

Le opzioni includono:

  • antibiotici per uccidere i batteri nel tuo corpo, come amoxicillina, claritromicina, metronidazolo, tetraciclina o tinidazolo. Molto probabilmente ne prenderai almeno due da questo gruppo.
  • farmaci che riducono la quantità di acido nello stomaco bloccando le minuscole pompe che lo producono. Includono dexlansoprazolo, esomeprazolo, lansoprazolo, omeprazolo, pantoprazolo o rabeprazolo
  • subsalicilato di bismuto, che può anche aiutare a uccidere H. pylori insieme ai tuoi antibiotici
  • medicinali che bloccano l’ istamina chimica, che spinge lo stomaco a produrre più acido

Il tuo trattamento potrebbe significare che assumerai 14 o più pillole al giorno per alcune settimane, il che sembra un sacco di medicine.

Ma è davvero importante prendere tutto ciò che il medico prescrive e seguire le sue istruzioni.

Se non prendi gli antibiotici nel modo giusto, i batteri nel tuo corpo possono diventare resistenti a loro, il che rende le infezioni più difficili da trattare.

Se i tuoi farmaci ti infastidiscono, parla con il tuo medico delle opzioni di trattamento e di come puoi gestire gli effetti collaterali

Dettaglio Autore
Medico Gastroenterologo

La Dottoressa Federica Invernizzi è Medico Gastroenterologo a Milano. Effettua visite specialistiche presso il Centro Medico Unisalus ,insieme con gli esami ecografici delle anse intestinali. È iscritta all’albo dei Medici di Lecce al numero 1757.

×
Medico Gastroenterologo

La Dottoressa Federica Invernizzi è Medico Gastroenterologo a Milano. Effettua visite specialistiche presso il Centro Medico Unisalus ,insieme con gli esami ecografici delle anse intestinali. È iscritta all’albo dei Medici di Lecce al numero 1757.

Contattaci via Email






    Leggi anche: