Esami Ematochimici

esami ematochimici

Tabella dei Contenuti

Gli esami ematochimici sono esami del sangue che misurano la quantità di determinate sostanze chimiche in un campione di sangue.
Spesso sono richiesti prima di un intervento chirurgico perché aiutano a comprendere lo stato di salute generale del paziente.

Esami Ematochimici cosa sono

Questi esami ematici mostrano quanto bene funzionano determinati organi e aiutano a scoprire anomalie nell’organismo.

Esistono diversi tipi di esami emataci. Misurano le sostanze chimiche tra cui enzimi, elettroliti, grassi (lipidi) ormoni, zuccheri, proteine, vitamine e minerali.

In genere diverse sostanze chimiche vengono raggruppate e analizzate contemporaneamente.

Enzimi

Sostanze che fungono da catalizzatore negli organismi viventi, regolando la velocità con cui le reazioni chimiche procedono senza che essa stessa venga alterata nel processo.

Elettroliti

Questi sono minerali presenti nei liquidi dell’organismo, come sangue ed urine, in forma di ioni positivi come ad esempio sodio e potassio. Ma esistono anche con ioni negativi come cloruri, bicarbonati e fosfati.

Lipidi

Sono sostanze presenti nelle cellule e nei tessuti animali e vegetali, caratterizzate da insolubilità (che non si può sciogliere) nei solventi organici.

Ormoni

Sostanze elaborate da ghiandole endocrine che una volta immessa nel flusso sanguigno è in grado di stimolare una o più funzioni o attività organiche. Inoltre possono influenzare importanti fenomeni vitali come la crescita.

Zuccheri

Queste sono sostanze cristalline di solito dolci e sono solubili in acqua. Gli zuccheri sono monosaccaridi, disaccaridi e oligosaccaridi.

Proteine

Macromolecola formata da centinaia o anche migliaia di amminoacidi unite fra loro per mezzo di legami peptidici. Queste esplicano un numero elevato di funzioni biologiche e sono presenti in tutti gli organismi viventi.

Vitamine

Sono composti organici privi di di funzione plastiche o energetiche ma svolgono un ruolo essenziale per le funzioni vitali come cofattore delle vie metaboliche.

Minerali

Nutrienti di natura inorganica sono tutti essenziali per l’organismo.

Esami ematochimici quali sono

Per analizzare le sostanze chimiche esistono diversi esami del sangue.
Ecco alcuni esami ematochimici di routine.

Uno screen elettrolitico che misura sodio, potassio, cloruro, magnesio, fosfato e bicarbonato.

I test di funzionalità renale misurano l’azoto ureico e la creatina.

Esami per la funzionalità epatica che misurano:

  • l’alanina aminotransferasi
  • la fosfatasi alcalina
  • l’aspartato transaminasi
  • la bilirubina
  • l’albumina
  • le proteine totali

Lo screen metabolico di base comprende un pannello elettrolitico e test di funzionalità renale oltre a glucosio e calcio.

Invece, lo screen metabolico completo include tutti i test sopra descritti. Quindi screen elettrolitico, test di funzionalità renale e funzionalità epatica, glucosio e calcio.

Elenco

In sostanza le analisi ematochimiche sono le seguenti:

  • transaminasi
  • proteine totali
  • bilirubina
  • colesterolo e trigliceridi
  • glucosio
  • elettroliti del siero
  • acido urico
  • creatinina, urea
  • enzimi del succo pancreatico
  • contenuto di anidre carbonica

A cosa servono

Questi esami sono esami del sangue di routine. Si eseguono spesso come parte di un controllo di routine, ma possono essere eseguiti in qualsiasi momento.

I controlli ematici possono essere eseguiti per:

  • conoscere le informazioni sulla salute generale
  • controllare come funzionano alcuni organi, come i reni, il fegato e la tiroide
  • verificare l’equilibrio elettrolitico del corpo
  • aiutare a diagnosticare malattie e condizioni
  • fornire i livelli di sostanze chimiche (una linea di base) da confrontare con future analisi ematochimiche
  • capire come un trattamento sta interessando determinati organi
  • monitorare il cancro o altre condizioni

Come si eseguono

La modalità di preparazione dipende dal tipo di sostanza chimica da misurare. Se necessari verranno fornite istruzioni speciali da seguire prima di sottoporsi a controlli ematici.

Potrebbe essere richiesto di non mangiare o bere nulla, tranne l’acqua, per diverse ore prima di sottoporsi ad un esame ematochimico.

Anche alcuni medicinali possono influenzare i risultati dei test ematochimici pertanto potrebbe essere richiesto di interromperlli.

Le analisi ematochimiche vengono solitamente eseguite in un laboratorio o in un ospedale.

Il sangue di solito si preleva da una vena del braccio.
Per questa operazione si utilizza un un laccio emostatico avvolto intorno alla parte superiore del braccio per esercitare pressione sull’area e rendere le vene più facili da vedere.

Il medico o l’infermiere potrebbe chiedere di stringere il pugno in modo che le vene risaltino di più. Si pulisce e si disinfetta la pelle.

Un ago viene inserito nella vena e viene rimossa una piccola quantità di sangue. Si potrebbe avvertire una sensazione di bruciore.

Il sangue viene raccolto in una provetta ed etichettato con il nome del paziente e altre informazioni identificative. A volte viene raccolta più di una provetta di sangue.

Successivamente si rimuove il laccio emostatico e l’ago viene ritirato, il paziente potrebbe avvertire un lieve disagio quando l’ago viene ritirato.

Per interrompere la piccola emorragia consecutiva all’estrazione dell’ago si applica una leggera pressione con del cotone. Una piccola benda può essere applicata sull’area.

Il sangue raccolto viene quindi esaminato da un tecnico in laboratorio utilizzando microscopi e altre apparecchiature speciali.

Effetti indesiderati

I controlli ematici di solito non causano effetti collaterali. Se si verificano di solito sono minori e si verificano nel sito della puntura dell’ago.
Gli effetti collaterali che si possono riscontrare includono:

  • disagio
  • sanguinamento
  • lividi
  • rigonfiamento
  • infezione

Esami ematochimici valori

I risultati delle analisi ematochimiche sono indicate come numeri e spesso dipendono da determinati fattori, tra cui sesso, età e anamnesi. Dovrebbero essere confrontati con un normale intervallo di riferimento e con risultati precedenti per avere un significato.

Alcuni controlli ematici mostrano specifici problemi di salute. Altri, invece, forniscono informazioni più generali che possono fornire ai medici indizi su possibili problemi di salute. Le informazioni dai test ematochimici possono aiutare i medici a decidere se sono necessari altri test o procedure per fare una diagnosi. Le informazioni possono anche aiutare il medico a sviluppare o rivedere i piani di trattamento.

Il medico di famiglia è la persona migliore per spiegare i risultati degli esami ematici e cosa indicano.

Esami in Gravidanza

Tra le analisi di routine che una donna in gravidanza deve effettuare ci sono senza dubbio le analisi del sangue.
Sarebbe opportuno effettuare esami ematochimici completi ma alcuni sono essenziali, come ad esempio:

  • emogruppo ed RH che servono a conoscere il gruppo sanguigno e il fattore RH, positivo o negativo
  • emocromocitometrico completo e conteggio piastrine che serve per rilevare la presenza di eventuali forme di anemia, come la beta-talassemia
  • glicemia, utile per individuare il diabete pre-gestazionale
  • VDRL-TPHA per individuare anticorpi anti-treponema, agente della sifilide
  • HBS Ag per rilevare il virus che provoca l’epatite B
  • ricerca anticorpi anti-toxoplasma per conoscere se vi è stata infezione da questo virus

Per approfondire l’argomento vi lasciamo il link al nostro articolo dedicato al percorso gravidanza.

Dove farli a Milano

Il Centro Medico Unisalus ha a disposizione un centro prelievi nella città metropolitana di Milano dove è possibile effettuare gli esami del sangue fondamentali.
Consulta la pagina dedicata alle analisi del sangue per conoscere tutti i pacchetti disponibili.

  • Ultimi Articoli
Dettagli Autore
Dietologo - Direttore Sanitario

Il Dott. Mauro Martini è Dietologo e Direttore Sanitario del Centro Medico Unisalus, Poliambulatorio specialistico a Milano. È iscritto all'Albo dei Medici di Milano al n. 20311

×
Dietologo - Direttore Sanitario

Il Dott. Mauro Martini è Dietologo e Direttore Sanitario del Centro Medico Unisalus, Poliambulatorio specialistico a Milano. È iscritto all'Albo dei Medici di Milano al n. 20311

Dott. Mauro Martini è Dietologo e Direttore Sanitario del Centro Medico Unisalus, Poliambulatorio specialistico a Milano.

Contattaci via Email






    Cerca la prestazione di cui hai bisogno

    Per maggiori informazioni chiamaci al

    Orari apertura ambulatori

    Lun. – Ven.: 7:00 – 20:00
    Sabato: 9:00 – 16:00
    Domenica: Chiuso

    Punto Prelievi e test sierologici
    Lun. – Ven.: 7:30 – 10:00
    Su appuntamento

    Orari centralino

    Lun. – Ven.: 9:00 – 18:00
    Sabato: 9:00 – 16:00