102018Dic
Consigli Orticaria

Consigli Orticaria

Informazioni e consigli per soggetti affetti da Orticaria da qualsiasi causa

L’orticaria è una sindrome complessa e si evidenzia in modo capriccioso, in qualsiasi parte dei corpo, con arrossamenti che vanno e vengono, gonfiori più o meno intensi, prurito. L’orticaria è scatenata da più fattori che possono essere presenti anche assieme nella stessa persona quali ad esempio:

– Stress Emotivo

– Caldo Eccessivo

– Bevande Alcoliche

– Turbe Ormonali

– Raramente Allergie

E’ inoltre facilitata dall’uso di alcuni farmaci quali aspirina e simili, antibiotici, purganti, etc.

L’orticaria può diventare una fastidiosa compagna per lungo tempo, anche per parecchie settimane/mesi, e va affrontata con metodo.

Non è utile effettuare subito degli esami senza un sospetto preciso di causa della malattia e/o senza prima avere consultato lo Specialista.

In particolare non sono necessari i costosi esami RAST per moltissimi alimenti o altri allergeni: l’allergia ad alimenti è causa di orticaria in pochissimi casi. Tanto meno servono a qualcosa i cosiddetti test per le “intolleranze alimentari” che sono privi di una qualsiasi base scientifica.

L’uso dei farmaci può essere necessario anche per lungo tempo.

Gli antistaminici sono i primi farmaci usati e sono adatti per terapie a lungo termine: sono ben tollerati e come effetto sgradevole cui porre attenzione si ricorda che, raramente, possono indurre sonnolenza.

Modifiche nelle abitudini alimentari

Per favorire la risoluzione dell’orticaria sono talvolta opportune delle precauzioni dietetiche utili per ridurre l’ingestione e l’assorbimento di un mediatore chimico, l’istamina, che è il primo responsabile dei sintomi.

Conviene ridurre il consumo di spezie, caffe, alcool, alimenti ricchi in amidi (fagioli, piselli, castagne, etc.), nitriti (conservanti di insaccati e cibi preconfezionati) e può essere necessario regolare la funzione intestinale.

DIETE RESTRITTIVE NON HANNO ALCUN SENSO

Cambiamenti delle abitudini alimentari sono consigliabili solo se si hanno SOSPETTI PRECISI

E’ semplicemente opportuno ridurre il consumo degli alimenti dell’elenco e non assumere pasti preparati con più di uno degli alimenti indicati (solo un alimento/ per pasto/ per giorno).

FORMAGGI FERMENTATI (ad es. gruviera, pecorino, gorgonzola, grana, caciocavallo, provolone)

FRAGOLE, PESCHE, BANANE, SPINACI, CRAUTI, CAVOLI, POMODORI FRESCHI E CONSERVATI,

AGRUMI, NOCI, ARACHIDI

SALUMI INSACCATI, WURSTEL

PESCI FRESCHI E CONSERVATI (tonno, aringhe, salmone, alici, sardine),

FRUTTI DI MARE (crostacei), LUMACHE

VINO, BIRRA, CIOCCOLATO

Condividi: