42019Mar
Che cos’è l’uroflussometria?

Che cos’è l’uroflussometria?

Che cos’è l’uroflussometria?

Si tratta di un esame che consente di studiare, in modo semplice, non invasivo e senza alcun rischio per il paziente, la funzionalità dell’apparato urinario.

È di solito prescritto come indagine di primo livello, quando il paziente riferisce difficoltà di svuotamento della vescica, associate a ipertrofia della prostata.

Come si svolge l’uroflussometria?

Per eseguire questo esame occorre che il paziente si presenti con la vescica moderatamente piena: è consigliabile, pertanto bere un litro di acqua un’ora prima.

L’esame consiste nell’urinare in una sorta di water che ricorda un imbuto raccoglitore, collegato con un apparecchio (flussometro) che misura la quantità di urina emessa nell’unità di tempo, la velocità del flusso, il tempo richiesto per completare la minzione ed è in grado di rappresentare queste informazioni con un grafico.

Conclusa questa fase, si passa all’esecuzione dell’ecografia che ha lo scopo di verificare quanta urina sia rimasta nella vescica.

Al termine dell’indagine diagnostica, sarà quindi possibile verificare eventuali presenze di stenosi (restringimento) dell’uretra oppure un possibile ingrossamento della prostata che provoca la parziale occlusione dell’uretra.

Condividi: