62019Apr
Acetaboloplastica

Acetaboloplastica

Che cos’è l’acetaboloplastica?

Si tratta di un intervento di chirurgia ricostruttiva dell’acetabolo che ha lo scopo di consentire alla testa del femore di essere correttamente contenuta nella testa del femore. Si esegue soprattutto in caso di lussazioni congenite dell’anca, anche conosciuta come displasia evolutiva dell’anca. Rientrano in questa casistica numerose patologie che vanno dalla displasia acetabolare caratterizzata da acetabolo insufficiente con conseguente esposizione al rischio di artrosi precoce o lussazione secondaria, per ricomprendere la sublussazione e lussazione con la testa del femore non correttamente incentrata nell’acetabolo.

Le tecniche chirurgiche utilizzate per eseguire l’intervento si sono negli anni evolute verso una sempre minore invasività con soluzioni che migliorano le vie d’accesso ed ilo metodo di fissare l’innesto.

Quando si ricorre all’intervento di acetaboloplastica?

Si ricorre all’intervento chirurgico quando altri trattamenti – eseguiti medianti divaricatori in regime anche ambulatoriale oppure realizzati con apparecchi gessati di regola sotto anestesia – non hanno avuto successo e nei casi di displasia più accentuati che richiedono riduzioni chirurgiche vere e proprie.

Condividi: